La Caronnese si prende Rolando. Magrin va in Liguria

Dopo Molinari il Varese perde altri due pezzi pregiati: il numero 10 va alla capolista, il centrocampista a Sanremo. La Varesina riprende Caldirola

Varese - Como 0-1

Altri due pezzi pregiati lasciano il Varese Calcio, sempre coinvolto in una crisi societaria (e finanziaria) per la quale a oggi non sono giunte soluzioni.

Dopo Hernan Rodolfo Molinari (6 reti in biancorosso) finito al Gravina e Andrea Granzotto (Campodarsego), il club ha ceduto sia Mattia Rolando, sia Michele Magrin. Il numero 10, protagonista in negativo nella sconfitta di ieri in Coppa con il rigore fallito a Verona, si muove di pochi chilometri: andrà infatti alla capolista Caronnese che quest’anno pare davvero intenzionata a compiere il salto di categoria.

Il movimento in uscita di Rolando era nell’aria da giorni nonostante il giocatore piemontese quest’anno sia stato titolare fisso dell’undici di Iacolino (e ora di Tresoldi).
La partenza di Magrin invece è più scontata dal punto di vista del campo: il playmaker nativo di Bergamo, arrivato con grandi credenziali, è finito in panchina dopo una serie di partite sottotono. Da oggi Magrin è un giocatore della Unione Sanremo (nuovo nome della vecchia Sanremese), seconda forza del girone E di Serie D.

L’intento del Varese, in questa fase, è evidentemente quello di fare “spazio salariale”, cedendo i contratti più onerosi visti i chiari di luna a livello di portafoglio. Altrettanto evidente però è l’impoverimento qualitativo della rosa a disposizione di Tresoldi, integrata finora con l’innesto del laterale Ba e di un altro centrocampista, Morao. Possibile che nei prossimi giorni si registrino altri movimenti in uscita (Palazzolo e Repossi i pezzi più pregiati) nella speranza che Paolo Basile nel frattempo riesca a trovare acquirenti o soci per il club, così da tornare a operare sul mercato.

Altra curiosità legata ai biancorossi: nel prossimo turno il Varese non troverà sulla propria strada l’ex Andreas Becchio. Il Chieri, che ospiterà domenica la squadra di Tresoldi, lo ha infatti ceduto al Ciserano, formazione avversaria della Pro Patria nel girone B, agli ordini di Alexandro Dossena, tecnico già visto come vice sulla panchina di Masnago.

QUI VARESINA

Con la Caronnese addizionata di Rolando, anche la Varesina – che sarà a Masnago il prossimo 17 dicembre nell’ultima di andata – muove una pedina importante. I rossoblu sono sul punto di tesserare Axel Caldirola, ritorno graditissimo per l’attacco: il giovane (’98) di proprietà del Novara ha trascorso la prima parte di stagione alla Giana Erminio ma è pronto per tornare a Venegono Superiore. La squadra di Marzio sarà inoltre rinforzata dall’arrivo dal terzino Edoardo Leotta, prelevato dal Legnano.
In uscita dalla Varesina ci sono invece Chiarabini, Jozic, Carpentieri, Martedì e Geraci.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 07 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.