La Rossini compie 100 anni nel 2018, inizia un anno di festeggiamenti

Concerti, incontri e cioccolatini per festeggiare l'associazione musicale che ha fatto appassionare i bustocchi alla musica. Questa sera appuntamento nella sala del consiglio comunale

100 anni associazione rossini

Nel 2018 l’Associazione Musicale G. Rossini, in collaborazione con la Città di Busto Arsizio e il patrocinio della Regione Lombardia, intende promuovere una serie di iniziative volte a festeggiare il Centenario di questa prestigiosa istituzione musicale fondata nel 1918 da Ariodante Coggi, primo violino del Teatro alla Scala di Milano sotto la direzione di Arturo Toscanini.

Come un fiume in una valle, come l’anima in un violino, come un’impronta sulla sabbia, la Rossini, come molti in città sono soliti chiamare, ha attraversato per cento anni la città di Busto Arsizio, la sua gente, il suo territorio. La città operosa e ricca dei grandi industriali dei ruggenti anni Venti, le istituzioni di cultura, prima popolare e poi fascista, i sindaci tutti del secondo dopoguerra, hanno sempre sostenuto, creduto, amato la Rossini fino ad oggi. Un progetto di memoria collettiva per restituire alla città una sua identità culturale, sociale e di aggregazione attraverso la musica.

Grazie alla sinergia tra la Rossini, il Comune di Busto Arsizio, partner principale, alcune associazioni culturali della città e il supporto di alcuni sponsor, il calendario del Centenario, da gennaio a dicembre 2018, si presenta con una serie di eventi che valorizzano la presenza, la storia e il ruolo svolto dalla Rossini per la Musica, intesa come bene culturale, educativo, formativo, ma anche come memoria storica di un territorio e spazio ricreativo di una collettività.

In particolare abbiamo programmato la prima edizione del Festival BAClassica, ovvero una settimana di concerti e incontri collaterali con ingresso libero e gratuito che avrà come protagonisti alcuni tra i più celebri interpreti internazionali: i pianisti Ramin Bahrami, Danilo Rea, Roberto Prosseda, Saleem Abboud Ashkar, Maurizio Baglini, la violoncellista Silvia Chiesa e il violinista Guido Rimonda che imbraccerà uno dei più preziosi Stradivari in circolazione (Ex-Leclair “Le Noir”) e duetterà in uno dei concerti con sua figlia Giulia, giovanissima e talentuosa violinista.

La nostra intenzione è quella di offrire momenti di incontro con la musica e la cultura in cui il pubblico e l’interprete possano avvicinarsi in una dimensione dialogica e divulgativa per un arricchimento reciproco. Con queste premesse il sottotitolo della rassegna non poteva che essere “Dialoghi musicali”: dialogo non solo tra pubblico e interprete – con una particolare attenzione ai giovani – ma tra interpreti (musica da camera con Baglini/Chiesa/Rimonda), tra generi (Bahrami-classica e Rea-jazz), tra uomo e tecnologia (Prosseda pianista/Teo Tronico robot) e tra culture (Bahrami-Oriente e Occidente; Saleem Ashkar, palestinese nato a Nazareth) solo per citarne alcuni.

BAClassica è inoltre affiancata da un ricco progetto didattico-educativo denominato Rossini100Educational indirizzato a tutte le scuole di ogni ordine e grado, sempre ad ingresso libero e gratuito.

Tra le altre iniziative volte a far conoscere e a diffondere la storia e la valenza che la Rossini ha avuto sul tessuto economico-culturale della città si ricorda la realizzazione di una scatola di cioccolatini, i Tartufini Rossini, con marchio depositato in Camera di Commercio di Varese in collaborazione con la pasticceria Oscar. I Tartufini Rossini sono in vendita presso la pasticceria Oscar e presso la sede dell’Associazione.

È stata realizzata anche una serie di 30 cartoline che illustrano la storia locale per sottolineare alcune tappe fondamentali del secolo trascorso (grafica Anna Ferro). In vendita presso la sede dell’Associazione.

È stata anche attivata una pagina facebook “LaRossini100” e dell’indirizzo email larossini100@gmail.com per l’attivazione del progetto “Raccontami la tua storia” ovvero la raccolta di testimonianze relative ad esperienze legate alla Rossini nell’arco della sua storia.

Un’altra iniziativa curiosa è la creazione di un metronomo a grandezza d’uomo come simbolo musicale del tempo che scorre con velocità diverse, che raccoglierà le firme di tutti coloro che transiteranno o hanno transitato nel tempo passato e presente.

Il programma delle celebrazioni del centenario

18 Dicembre ore 20.30
Memorial Bianca Battistoni e presentazione del Centenario alla cittadinanza
Momento musicale: Mendelssohn: Ottetto per archi op. 20
Ivan Rabaglia, violino
Francesca Monego, violino
Alberto Rossignoli, violino
Leonardo Boero, violino
Maria Ronchini, viola
Antonio Leoffredi, viola
Andrea Scacchi, violoncello
Gaetano Nasillo, violoncello

Sala Consiliare del Comune di Busto Arsizio

Festival BAClassica “Dialoghi musicali”
Da Lunedì 29 gennaio 2018 a Domenica 4 febbraio 2018
Concerti, incontri e conferenze

3 -10 – 17 Marzo ore 17.30
Incontri con l’Interprete
Villa Ottolini Tosi

4 Marzo ore 17.00
Filosofarti: Psyke e le Muse. Educare all’Arte, educare con l’Arte.
Evento promosso da CurArti in collaborazione con Associazione Musicale Rossini.

18 – 24 – 25 Maggio 2018
Classical and Rock in Rossini
a cura degli allievi e docenti della Rossini
Villa Ottolini Tosi

7 Giugno 2018 ore 19.30
Caffè Letterario: esperimenti per una nuova cultura.
Dedicato a Rossini
Cortile Palazzo Cicogna
Presentazione libro su Rossini (Zecchini Editore)

15 giugno 2018 ore 19.30
Cena Rossiniana con taglio della Torta dei 100 Anni
In collaborazione con ENAIP e Pasticceria Oscar
Centro cittadino o altra sede da definire

23 giugno 2018 ore 21.00
Omaggio al Rock
Parco Villa Ottolini-Tosi o centro cittadino
Concerto a cura di Moreno Delsignore e della sezione pop/rock della Rossini

24 giugno 2018 ore 21.00
Concerto in onore del patrono della città S. Giovanni
Sede da definire: quartiere della città

Proposta: Petite Messe Solennelle di G. Rossini: il capolavoro di Rossini che divenne il suo testamento spirituale
In collaborazione con LACmus Festival 2018

Domenica 30 Settembre 2018
La Rossini in viaggio
Visita a Villa Bossi- La Fabbrica del Clavicembalo e collezione Bizzi
Un breve viaggio musicale alla scoperta del pianoforte uno degli strumenti musicali più amati e conosciuti dal pubblico. A Villa Bossi si possono ripercorrere le tappe fondamentali della nascita e dello sviluppo del pianoforte dal clavicembalo al fortepiano, al pianoforte attuale.

Sabato 6 -13- 20 -27 Ottobre ore 17.30
Caffè Musicale
A cura dei docenti e allievi della Rossini

14-15-16 dicembre ore 20.30
Note di Natale
Villa Ottolini Tosi

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 18 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore