Dopo le polemiche Ryanair apre ai sindacati

"Per evitare disagi ai propri clienti e qualsiasi minaccia di interruzione del servizio", dice

annuario 2015

Nel giorno dello sciopero del comparto aviazione civile (che riguarda tre compagnie ed Enav, per questioni diverse) e dopo le polemiche sugli “avvertimenti” al proprio personale, Ryanair oggi ha annunciato di aver scritto ai sindacati dei piloti in Irlanda, Regno Unito, Germania, Italia, Spagna e Portogallo, invitandoli alle trattative per il loro riconoscimento come organi rappresentativi dei piloti Ryanair in ognuno dei questi paesi. “Purché – si legge nella nota della compagnia irlandese – vengano creati comitati di rappresentanza composti da piloti Ryanair per occuparsi delle questioni Ryanair, dato che Ryanair non intende avere relazioni con piloti che volano per compagnie aeree concorrenti in Irlanda o altrove”.

Ryanair dice quindi che “modificherà” la sua “politica di lungo corso di non riconoscere i sindacati, per evitare disagi ai propri clienti e qualsiasi minaccia di interruzione del servizio da parte dei sindacati dei piloti durante la settimana di Natale”. Ryanair chiede quindi ora ai sindacati dei piloti “di sospendere l’agitazione sindacale minacciata per mercoledì 20 dicembre, affinché i clienti possano tornare a casa per Natale senza la preoccupazione di un incombente sciopero dei piloti”.

«I voli di Natale – dice Michael O’Leary, Ceo di Ryanair – sono molto importanti per i nostri clienti e vogliamo sgomberare il campo da ogni preoccupazione che questi voli possano essere messi a rischio da un’agitazione sindacale dei piloti la prossima settimana. Se il miglior modo per raggiungere questo risultato è parlare con i nostri piloti attraverso i sindacati allora siamo pronti a farlo e abbiamo scritto oggi ai sindacati per invitarli alle trattative per il loro riconoscimento e chiedendo di cancellare la minacciata azione sindacale programmata per la settimana di Natale».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore