Il Popolo della Famiglia Varese in trasferta a Roma

I delegati del collegio di Varese, Gallarate, Busto e Como, sono andati in trasferta a Roma dove si è tenuta la seconda Assemblea Nazionale del movimento politico fondato da Mario Adinolfi

Avarie

Riceviamo e pubblichiamo

“Sabato 30 dicembre i delegati del Popolo della Famiglia collegio di Varese, Gallarate, Busto e Como, erano in trasferta a Roma al Centro Congressi Cavour dove si è tenuta la seconda Assemblea Nazionale del movimento politico fondato da Mario Adinolfi e Gianfranco Amato. Questi, insieme alla giornalista Costanza Miriano e al medico Massimo Gandolfini, sono stati i promotori degli ultimi due Family Day che hanno portato in piazza, sia in San Giovanni in Laterano nel 2015, sia al Circo Massimo nel 2016, oltre un milione di persone.
Oggi in una sala gremita in ogni ordine di posto, davanti ai 504 rappresentanti territoriali (dalla provincia di Bolzano a quella di Siracusa) hanno approvato senza astensioni o voti contrari, la linea politica: da soli alle elezioni, obiettivo 3% e nessuna alleanza pre-elettorale.
Il Segretario Nazionale Gianfranco Amato nella sua relazione ha ribadito: “Mai con chi ha tradito i Family Day; mai con chi ha disertato l’aula quando c’erano da votare le leggi contro la vita”. Filippo Grigolini (candidato sindaco a Verona alle amministrative primaverili del 2017) ha tratteggiato l’esperienza-modello di Verona (3% già superato di slancio con punte del 5.8% alle circoscrizionali). Gli esponenti meridionali, Raffaele Adinolfi (Campania) e Alberto Agus (Sardegna) hanno spiegato la particolare fatica che si vive in queste zone d’Italia, martoriate da una povertà disperante, evidenziata anche da Giovanna Arminio (Sicilia). Quindi l’intervento di Boback Falamaki, milanese di origini persiane e Giuseppe Brienza (Lazio) che ha trasmesso a tutti il saluto di padre Giacobbe Elia. Le conclusioni sono spettate al presidente Mario Adinolfi che ha ribadito l’origine e la linfa del PdF: un popolo a difesa della libertà di ogni uomo, del futuro e della cultura dei propri figli e del rispetto delle proprie origini”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore