Scuola, infanzia e sicurezza nell’ultimo consiglio comunale del 2017

Ultimo consiglio dell’anno ricco di spunti e argomenti. Le riflessioni del sindaco Andrea Zanotti

villa castelbarco casciago

Ultimo consiglio dell’anno a Casciago, dedicato a scuola, infanzia e sicurezza.

È stato approvato il piano diritto allo studio, con stanziamenti per le scuole, servizi ad personam per i bambini disabili e i contributi alle scuole scuole materne: complessivamente il valore è 143 mila euro, ai quali vanno aggiunte le manutenzioni straordinarie (28 mila per la caldaia di Morosolo) e altri contributi per le famiglie dei più bisognosi di scuole materne ed elementari.

Le convenzioni con le due scuole materne di Casciago e Morosolo sono state rinnovate, con un po’ di fatica per le casse comunali in un momento di difficoltà generale: «Rispetto al solito il contributo è un po’ più basso (25 mila a Casciago circa e 7,5 mila a Morosolo circa per un totale di 33,5 mila euro), con l’impegno di tornare agli importi del passato (circa 45 mila euro totali) dal prossimo anno – spiega il sindaco di Casciago Andrea Zanotti -. Abbiamo poi già cominciato a porre le basi per il consiglio comunale dei ragazzi, seguito in particolare dalla consigliera Antonella Garzillo: la prima lezione è già stata fatta a Villa Valerio sull’educazione civica e con l’anno nuovo verrà allargata agli altri temi fino alle votazioni che si terranno intorno al mese di marzo».

Per valorizzare radici e storia del paese si è decisa la concessione della cittadinanza onoraria a persone importanti per Casciago che non sono più residenti in paese e che si sono distinte: approvato il regolamento, si possono proporre nomi in Comune e dal prossimo anno verranno valutate e conferite. Sull’accesso ai titoli sociali, questione seguita dell’assessore Elena Provenzano, si è introdotto un regolamento con norme precise e finalmente regolamentate.

«Questione sicurezza: si è arrivati all’accordo con Varese per la polizia locale, dopo aver sondato tutte le proposte percorribili sul piatto, e la proposta più conveniente ed efficace è stata valutata quella col capoluogo, senza chiudere porte a collaborazioni con i paesi limitrofi spiega Zanotti -. Varese, Casciago e Lozza diventano un unico comando di polizia locale, pattuglie di Varese faranno controllo anche sul territorio casciaghese, allargando le fasce orarie coperte, garantendo maggiore sicurezza per 365 all’anno. Il 27 dicembre ci sarà la firma e dal 2 gennaio le auto di Varese cominceranno a pattugliare anche il territorio di Casciago».

Infine una valutazione sull’anno appena passato: «È stato un anno faticoso, con poca percezione della fatica che si fa ad amministrare. C’è poca condivisione delle problematiche: siamo una comunità, siamo un noi, non soggetti isolati. Lasciare indietro le tasse comunali, fare sempre polemiche e creare malumori eccessivi, ad esempio sulla gestione della neve, è diventata una moda – commenta amaro Zanotti -: noi facciamo quello che possiamo, ma vedo che il malcontento è diffuso, ci si ripiega su sè stessi senza vedere il bello e il buono che c’è intorno a noi. Per l’anno che viene abbiamo una serie di opere pubbliche che vorremmo portare a termine, pur con difficoltà anche a livello di personale, in alcuni casi poco collaborativo: vorremmo cambiare la vocazione del nostro paese, renderlo più fruibile e bello dal punto di vista ambientale e paesaggistico, pensando al futuro. Non abbiamo soldi che ci piovono in testa, abbiamo idee da far partire per vivere la comunità insieme, partendo dalle piccole cose (come il mercatino di Natale, dove abbiamo messo insieme, con fatica, tutte le realtà del paese) per arrivare ad obiettivi concreti e a lungo termine. Non possiamo ricordarci di quanto sia importante la comunità solo in momenti drammatici come quelli dell’incendio. L’auspicio per il prossimo anno? Riuscire a lavorare con serenità».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore