Varese, il primo obiettivo è un attaccante

Biancorossi di nuovo al lavoro con la punta Pedrabissi in prova. Necessario rimpolpare il reparto avanzato ma anche il gruppo dei terzini

calcio varese varesina

Il Varese ha ripreso a lavorare sul sintetico di Masnago dopo una pausa concessa da società e da mister Tresoldi (nella foto), utilizzando il sintetico di Masnago anche per via del maltempo che si è abbattuto ieri – mercoledì – sulla città.

Se però le questioni di campo sono giustamente demandate allo staff tecnico e al preparatore atletico Massimiliano Gioia, quelle di mercato sono le più urgenti e sono appannaggio dei dirigenti con il neo presidente Sauro Catellani, il figlio Fulvio e il ds Merlin chiamati a lavorare su questo fronte (in attesa che l’organigramma societario venga ufficialmente rinnovato, probabilmente all’inizio del 2018).

L’emergenza principale si chiama attacco, visti gli addii di Molinari, Longobardi e Rolando e con i pezzi pregiati Repossi e Palazzolo che hanno “manifestazioni di interesse” da parte delle squadre professionistiche. In questo momento il giocatore più vicino al Varese è Thomas Pedrabissi, 22enne ala sinistra che all’occorrenza può anche giocare da prima punta. Il giovane, nato a Como, ha disputato il girone d’andata nella Pergolettese (girone B) dove però era piuttosto chiuso dalla presenza del bomber locale Ferrario (16 reti in 18 gare per la punta che da ragazzino vestì anche il biancorosso). Lo score stagionale di Pedrabissi parla di un gol in undici presenze, quasi sempre entrando dalla panchina.

Naturalmente però non basterà un innesto per proseguire senza problemi la stagione. In attacco uno dei nomi seguiti – e interessanti – è Luca Tomas, di proprietà dell’Atalanta ma prestato al Crema. Tomas, oltre che talentuoso, è anche un under (classe ’98) e risolverebbe anche il problema legato agli obblighi di età dei giocatori.

Altro settore sul quale bisognerà intervenire è quello degli esterni visti gli addii di Granzotto e Careccia che hanno ridotto il numero degli uomini a disposizione, con Fratus che potrebbe interessare al mercato dei “pro”. Nel drappello di terzini rientrerà Ghidoni a pieno titolo dopo il lungo infortunio al piede, ma un mancino in alternativa ad Arca è necessario.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 28 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore