Dissuasori vandalizzati: “un atto contro la sicurezza dei piccoli studenti”

Il sindaco e l'assessore Dimaggio sui veloOk vandalizzati "Strana situazione è quella in cui si invoca maggiore sicurezza e poi si distruggono strumenti pubblici per aumentare la vivibilità e la tranquillità di ciascuno di noi". Saranno presto sostituiti

dissuasori velook autovelox

Questa mattina, 10 gennaio 2018, il sindaco di Varese Davide Galimberti e l’assessore ai Servizi educativi Rossella Dimaggio hanno inviato una lettera ai genitori della scuola primaria Foscolo di Varese.

Argomento, gli atti vandalici compiuti nei giorni scorsi contro il dissuasore della velocità (il cosiddetto VeloOK)  che è stato posizionato in via del Nifontano, proprio nei pressi della scuola, con l’intento di rallentare la velocità in zona.

Un atto “dissuasivo” cui la Giunta ha deciso di non piegarsi, promettendo dei nuovi dissuasori al più presto.

Ecco il testo integrale della lettera:

Cari bambini e genitori della Foscolo,

come abbiamo concordato nel corso di una recente assemblea con l’associazione genitori, durante le vacanze di Natale abbiamo lavorato per rendere più sicura la strada vicino alla scuola dove i bambini trascorrono molte ore della loro giornata. L’obiettivo da sempre è quello di migliorare l’accessibilità ai nostri edifici scolastici, riducendo la velocità delle auto e aumentando così le condizioni di tranquillità e sicurezza.

Per questo mentre le scuole erano chiuse abbiamo posizionato alcuni rilevatori della velocità con l’intenzione di invitare gli automobilisti a ridurre la velocità e prestare maggiore attenzione in particolare in zone dove ci sono dei bambini che percorrono le strade che li conducono alle loro scuole. Purtroppo mentre noi abbiamo lavorato per questo, qualcuno sta dimostrando di non avere a cuore la sicurezza dei bimbi e con gravissimi atti vandalici in queste ore ha danneggiato alcuni degli strumenti che servono a ridurre la velocità delle automobili e quindi rendere più sicure le scuole. Strana situazione è quella in cui si invoca maggiore sicurezza e poi si distruggono strumenti pubblici per aumentare la vivibilità e la tranquillità di ciascuno di noi. In alcuni casi poi, come nella via del Nifontano, danneggiando tecnologie installate in zone dove la forte presenza di bambini richiede un occhio speciale nei confronti della pedonalità.

Noi comunque andremo avanti e non ci facciamo spaventare da qualche vandalo che non ha a cuore la sicurezza dei vostri figli. Presto i dissuasori della velocità verranno ripristinati e continueremo a lavorare nell’ottica di una città più vivibile in cui il rispetto e la convivenza civile sono al centro della nostra comunità. Varese è una grande città e i cittadini che la amano sono la maggioranza. Noi andiamo avanti per fare di Varese una città sempre più bella e vivibile soprattutto per i più piccoli.

Un caro saluto.
Rossella Dimaggio, assessore ai Servizi educativi
Davide Galimberti, sindaco di Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore