Al via in estate i lavori per la nuova media Pellico

Un progetto da oltre due milioni di euro che la renderà tra le più efficienti e a impatto zero. Nella fase del cantiere, gli alunni trasferiti nell'ex sede dell'Einaudi di via Como

nuova media pellico

Partiranno l’estate prossima in lavori per la realizzazione della nuova media Pellico di Varese. Una scuola innovativa e a “impatto zero” che ha ottenuto un finanziamento di oltre due milioni di euro, posizionandosi al settimo posto ad un bando Free, Fondo regionale per l’efficienza energetica, della Regione Lombardia.

«L’anno prossimo avremo una scuola all’avanguardia, efficiente ed energeticamente sostenibile – ha spiegato il sindaco Davide Galimberti – . Un luogo dove i ragazzi vivranno meglio con un maggiore confort e sicurezza. Sarà un edificio in cui saranno realmente attuate quelle politiche e stili della nostra epoca contemporanea ovvero: risparmio energetico, rispetto dell’ambiente e applicazione delle nuove tecniche di bioarchitettura e bioedilizia.  I bambini avranno quindi la possibilità di sperimentare direttamente le evoluzioni delle tecniche di costruzione». Le novità sono state presentate questa mattina, sabato 20 gennaio, dal sindaco ai genitori intervenuti in occasione dell’open day.

Insieme agli assessori Dimaggio (Servizi educativi), De Simone (Ambiente) e Civati (Opere pubbliche), il primo cittadino ha illustrato  la tempistica e le soluzioni trovare per risolvere i problemi del cantiere.   «Sarà una scuola all’avanguardia – ha spiegato l’assessore De Simone – Per questa struttura i lavori di efficientamento energetico trasformeranno in modo sostanziale la scuola: la “Pellico” dopo i lavori potrà diventare un edificio a consumo zero e tra i più efficienti in Lombardia. Contiamo infatti di utilizzare fonti rinnovabili: pompe di calore, solare e fotovoltaico in modo che la scuola non emetta un grammo di Pm 10 nell’atmosfera».

« Il cantiere aprirà alla fine dell’anno e stiamo facendo di tutto per diminuire al minimo i disagi per i genitori e gli studenti – ha detto l’assessore Dimaggio – All’inizio del prossimo anno scolastico, solo per pochi mesi, la didattica della scuola sarà spostata nell’edificio dell’ex Einaudi di via Como dove stiamo già mettendo in campo una serie di interventi perché si possa svolgere le normali attività scolastiche senza problemi. Inoltre stiamo lavorando per organizzare un trasporto dedicato».

 Le strategie progettuali adottate si articolano in una serie di aspetti costruttivi e funzionali tipici di un’edilizia eco-sostenibile ed eco-compatibile i cui obiettivi principali sono il massimo contenimento dei consumi di energia, la scelta delle più evolute tecnologie che privilegiano oltre al comfort, la massima efficienza, flessibilità, facilità di gestione, il miglioramento delle condizioni di sicurezza, il benessere abitativo e la compatibilità ambientale. Grande attenzione poi sull’utilizzo dell’energia, attraverso un’attenta gestione della risorsa idrica, la scelta di materiali eco-compatibili e l’utilizzo di energie rinnovabili oltre che il massimo utilizzo della luce naturale per l’illuminazione dei locali e per la palestra.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore