Tanti curiosi, caffè gratis e un selfie con il Tilo

Chi è salito sul treno per andare a fare una passeggiata, chi è passato solo per rivedere il treno e farsi una foto in stazione. In tanti oggi hanno voluto salutare il ritorno del treno in Valceresio

Arcisate Stabio - Primo giorno del servizio ferroviario

Un giorno di festa, con tanti sorrisi, molta curiosità e un gran via vai di gente fin dalle prime ore del mattino nelle cinque stazioni che oggi, domenica 7 gennaio, hanno aperto i battenti dopo quasi nove anni di attesa.

Galleria fotografica

Arcisate Stabio - Primo giorno del servizio ferroviario 4 di 21

A Porto Ceresio come a Bisuschio, a Induno Olona, ad Arcisate e a Cantello oggi è stato il giorno della vera inaugurazione, con tantissimi cittadini che hanno voluto salutare a modo loro il ritorno del servizio ferroviario in Valceresio, “prendendo le misure” con le nuove stazioni, facendo un viaggio di prova sul Tilo o anche semplicemente sostando sulle banchine per veder passare nuovamente il treno.

«L’ho usato tanto quando lavoravo – dice Mario Larghi, 75 anni, sceso all’alba da Cuasso al Monte per veder partire i primi treni diretti a Varese e Milano – Poi sono andato in pensione e hanno messo in pensione anche il treno, così ho dovuto ripiegare sulla macchina».

«Sono emozionato – gli fa eco Luciano Fiore, 54 anni, Il treno è una cosa bella, è un bene comune e una gran comodità. Speriamo che la gente lo capisca e lo usi, e speriamo anche che i soliti ignoti non inizino a vandalizzare la nuova e bella stazione di Porto Ceresio».

Marianna Iozzini, 29 anni, arriva da Lavena Ponte Tresa e sul treno ci è salita per una giornata a Milano a visitare una mostra: «Non vedevo l’ora, è bellissimo riavere il treno, e per me che spesso vado a Milano è una comodità assoluta. In una decina di minuti arrivo in stazione a Porto, salgo sul treno e scendo direttamente a Milano».

Felicissimi anche Taiwo e Silvester, nigeriani, che salgono ad Arcisate e vanno a farsi un giro a Varese, e condividono l’opinione di Mario Abbagnale, pensionato di 66 anni di Arcisate: «Ho voluto farmi un giro per vedere com’è e devo dire che sono davvero contento. Soldi ben spesi, ci hanno fatto penare un po’ con i tempi, ma finalmente ci siamo».

Renata e Laura, pensionate, sono venute a vedere come funziona la stazione di Induno Olona ma anche a capire… se il treno fa rumore: «Abitiamo proprio qui vicino, ed eravamo preoccupate per il rumore – dicono – invece non si sente niente, ne’ qui ne’ a casa. Questi treni sono silenziosissimi! E se oggi non piove ce ne andiamo a spasso, a Como».

Ovunque, per tutta la mattinata, capannelli di gente dentro e fuori dalle stazioni a commentare, scattare foto e farsi selfie sulle banchine e, per chi ha voluto curiosare anche nei due bar già attivi (a Induno Olona ed Arcisate), anche un caffè gratis, offerto dalla società che ha vinto l’appalto per gestire i locali che saranno un po’ il cuore (e anche il presidio) delle tre stazioni. Aperti dalle 5 del mattino fino a sera inoltrata, i tre bar saranno infatti punto di ristoro ma anche, dalla prossima settimana, la biglietteria per chi non ha l’abbonamento o non vuole acquista i biglietti online.

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 07 gennaio 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Arcisate Stabio - Primo giorno del servizio ferroviario 4 di 21

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore