Arriva il “tutor” per i pazienti cronici

Lunedì 15 gennaio oltre 3 milioni di pazienti cronici lombardi riceveranno una lettera con le istruzioni per usufruire di un percorso di cura agevolato

Analisi - generiche

«Come ogni riforma c’è voluto del tempo per studiarla e metterla in atto e siamo consapevoli che altrettanto tempo sarà necessario perché venga assimilata, metabolizzata e anche affinata e ulteriormente migliorata. Da lunedì però sarà realtà per gli oltre 3 milioni di pazienti cronici lombardi che attraverso una lettera, che riceveranno a casa, saranno informati della nuova opportunità di cura che abbiamo predisposto per migliorare la qualità della loro vita».
Lo comunica l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera annunciando l’invio della lettera a partire da lunedì prossimo, 15 gennaio, che arriverà nelle case degli oltre 3 milioni di pazienti cronici lombardi, che rappresentano il 30 per cento della popolazione.

VANTAGGI PER TUTTI 

«Una comunicazione – ha evidenziato l’assessore – che spiegherà i vantaggi che il nuovo modello di cura porterà nella loro vita, grazie a un tutor chiamato ‘gestore’ (un medico o una struttura sanitaria) che li accompagnerà in tutto il loro percorso, prenotandogli visite ed esami e sollevandoli da ogni stress.
Un modello che produrrà benefici anche per i non cronici che vedranno abbattute le liste d’attesa e in caso di eventi acuti non si troveranno più ad avere a che fare con Pronto soccorso affollati, visto che i pazienti cronici assorbono il 70 per cento delle risorse e ricorrono ad un utilizzo improprio di uno e delle altre ».

LETTERE

«Nella lettera – ha continuato il titolare regionale della Sanità – è indicato il medico che ha aderito o il medico e la struttura sanitaria, tra quelli già di riferimento e territorialmente vicini, che si occuperanno del loro percorso di cura, tra i quali potranno optare nel rispetto della libertà di scelta, e il numero del contact center regionale (800-638638).
Successivamente saranno chiamati a sottoscrivere un patto di cura in base al quale riceveranno un Piano di assistenziale individualizzato (Pai) dove saranno inseriti tutti gli esami, le prestazioni e i controlli previsti per il loro tipo di patologia da effettuare nell’arco di un anno».

COLLABORAZIONE 

L’obiettivo di questa evoluzione del sistema – ha concluso Gallera – è valorizzare la figura del medico di medicina generale che grazie alla collaborazione con i colleghi ospedalieri e delle strutture socio-sanitarie, potrà tenere monitorata la situazione dei propri pazienti e essere protagonista dell’organizzazione delle loro cure.

IL TESTO DELLA LETTERA

Di seguito la lettera che sarà inviata da lunedì 15 gennaio agli oltre tre milioni di pazienti Lombardi. La comunicazione sarà inviata in modo progressivo entro la fine del mese di febbraio. Nel caso in cui il medico del paziente non abbia aderito alla riforma saranno indicate le 3 strutture territorialmente più vicine e il numero del contact center regionale 800-638638 per scegliere tra tutte le altre candidate alla presa in carico.

Gentile Cittadina, Gentile Cittadino,
nei primi mesi del 2018 prende avvio in Lombardia una nuova modalità di cura e assistenza riservata alle persone che necessitano di accedere con maggior frequenza a servizi sanitari e/o sociosanitari.
I cittadini coinvolti potranno contare su percorsi clinici personalizzati e, grazie ad una programmazione annuale delle cure, saranno accompagnati e affiancati nell’intero percorso, per una presa in carico ottimale dei bisogni di salute.
In questo modo sarà anche facilitata la prenotazione di visite ed esami: il cittadino sollevato dal carico degli adempimenti burocratici potrà guadagnare tempo e qualità della vita per sé e per i propri familiari.
Se ritiene che questa nuova opportunità offerta dal Sistema Sociosanitario Lombardo sia di Suo interesse, La invitiamo a contattare il Suo medico di medicina generale che si è reso disponibile ad accompagnarla in questo percorso ed è pronto a fornirle ogni chiarimento che riterrà necessario.
Ulteriori informazioni sono disponibili sul portale di Regione Lombardia
www.regione.lombardia.it.

Pazienti cronici: come cambia l’assistenza con la “presa in carico”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore