Auto usate: ecco come riconoscere le migliori

Come scegliere una buona vettura usata senza prendere fregature? C’è davvero spazio per muoversi al risparmio o conviene orientarsi sull’usato?

vario

Come scegliere una buona vettura usata senza prendere fregature? C’è davvero spazio per muoversi al risparmio o conviene orientarsi sull’usato?

Oggi ti proponiamo un vademecum sintetico per muoverti nel mercato delle macchine usate, alla ricerca del mezzo che possa soddisfare le tue esigenze senza farti spendere un occhio della testa.

1. Se il venditore non garantisce, c’è poco da fidarsi

Perché fidarti della bontà di un mezzo se chi te lo vende non è disposto a fare altrettanto? Un venditore che è certo di quello che afferma sulle qualità e sulla sicurezza della macchina che sta provando a venderti, non ha problemi ad offrirti una garanzia completa.

Ricorrendo alle giuste reti di vendita potrai scegliere tra offerte di vetture di seconda mano, con garanzie fino a 24 mesi, trasferendo il rischio dell’acquisto da te al venditore. Nel caso di guasti o malfunzionamenti, sarà il venditore a doversene occupare.

2. Il controllo dell’officina è fondamentale

No, non devi necessariamente pagarlo di tasca tua, anzi. Le migliori reti di vendita di auto usate garantite offrono più di 100 controlli sullo stesso mezzo senza che questo intacchi in alcun modo le tue finanze.

Il nostro consiglio è quello di scegliere sempre e comunque un usato che sia stato oggetto di verifiche approfondite, verifiche che devono riguardare necessariamente sia la parte meccanica che quella elettrica.

Un mezzo verificato può essere leggermente più costoso, ma ci mette al riparo da costosissime riparazioni più avanti.

3. Per i chilometri percorsi serve una garanzia esterna

Il contachilometri può essere facilmente manomesso, e questo è stato il trucco sia di venditori senza scrupoli, sia di proprietari che vogliono ricavare qualcosa in più dalla vendita del mezzo.

I chilometri percorsi possono essere garantiti, entro un ragionevole range, da analisi sulle parti più soggette ad usura. L’analisi dell’officina, dio cui al punto 2, può darci ragionevoli certezze su quanto il mezzo usato abbia effettivamente viaggiato.

4. Occhio all’aspetto fiscale

I bolli sono stati pagati? Ci sono delle incombenze che gravano sulla vettura? Certificati di questo prima di procedere all’acquisto. Potresti trovarti con costosissime sanzioni da pagare una volta che sarai entrato in possesso del mezzo.

Occhio anche alle revisioni, che pur non essendo un aspetto prettamente fiscale, devono essere state fatte alle scadenze regolari.

5. La documentazione deve essere in perfetta regola

Il libretto ma non solo. Non c’è molto da controllare, ma vale la pena prestare quel pizzico di attenzione in più per evitare di incappare in brutte sorprese.

Oggi puoi davvero portarti a casa un mezzo usato ad ottime condizioni, ad un prezzo vantaggioso e avendo le stesse garanzie che praticamente avresti sull’usato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore