«Avigno al buio, qualcuno ci spieghi il perché»

Continuano le segnalazioni dei residenti varesini: molte le vie al buio in questi giorni. I cittadini chiedono interventi rapidi

Avarie

Strade al buio si cerca una soluzione. Da giorni ormai molti cittadini di Varese ci segnalano lampioni spenti nelle vie in cui abitano. Fare una mappa è diventato quasi impossibile: il problema si pone in vari punti della città, un po’ a macchia di leopardo.

Oggi è la volta di via Bixio, via San Giusto ed alcune zone di Avigno, come spiega la lettera che pubblichiamo qui.

————

Buongiorno,
con riferimento all’articolo “Strade al buio si cerca una soluzione”  vorrei solo segnalare, quale cittadino vittima del disservizio e del disagio, che è doveroso implementare la mappatura delle vie citate nel vostro articolo: aggiungo quindi la Via Carlo Porta traversa della via Astico, rione Avigno e parte della via Tommaseo sempre Avigno.
Abbiamo quattro o cinque vie che portano al quartiere completamente al buio da lunedì 8 gennaio. Non è vero che i lampioni sono vecchi: le due vie appena citate sono state oggetto circa due anni fa di sostituzione delle lampade con altre nuove a risparmio energetico. Lo stesso parchetto tra le via Astico, via Porta,via Saffi è stato inaugurato l’anno scorso: impianti nuovissimi, anche qui le luci da lunedì hanno smesso di funzionare.
Sarebbe opportuno che la giunta e il sindaco spiegassero ai cittadini cosa succede dicendo la verità (al numero unico presente per segnalazione guasti ci è stato detto che il problema è una gara di appalti scaduti, o in scadenza): ad Avigno ci sono scuole, attività commerciali, tutte al buio. 
Basta passare dalle 18 in avanti: mai successo una cosa tanto vergognosa.  Attenderemo fino a martedì poi daremo risalto alla questione e chiederemo legalmente (ricorrendo a una class action) un incontro con il primo cittadino.

Saluti, i residenti di Avigno delle vie citate

P.s. Sorvoliamo sulla lacuale: alla Schiranna anche qui lampioni nuovissimi ma spenti da mesi. Da rotonda a rotonda saranno almeno una ventina in totale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Daniele Li Bassi

    ……la neve ed il ghiaccio sui marciapiedi prima , strade al buio in molte zone ….. grande disagio ed insicurezza per i poveri cittadini contribuenti !!!! .di bene in meglio!!! povera ” citta’ giardino”……

  2. Scritto da carlo196

    Ma possibile che chi di competenza, Sindaco o Assessore ai Lavori pubblici, non spieghi chiaramente quali sono i motivi di tale situazione? Se è per il rinnovo dell’appalto si dica con precisione quali sono i tempi, se i motivi sono altri li espongano.
    Come scritto in altra occasione non capisco come mai fino a tre/quattro mesi fa telefonando al numero apposito (0332255252) nel giro al massimo di una settimana le lampade bruciate venivano sostituite mentre ora zero nonostante ripetuti solleciti.