Bentornato! Duecento bambini salutano il treno

Dopo l'inaugurazione ufficiale con ministro e autorità, quest mattina la vera inaugurazione popolare con i cittadini e i bambini delle scuole indunesi

Induno Olona - Inaugurazione con i bambini Arcisate Stabio

Ci volevano i bambini per fare festa davvero. E così, questa mattina, oltre 200 piccoli alunni di quarta e quinta della scuola primaria di Induno Olona, con il loro entusiasmo genuino, le bandierine da sventolare e gli striscioni colorati disegnati in classe hanno dato vita alla vera cerimonia di inaugurazione della nuova stazione. Con loro gli amministratori comunali, un centinaio di cittadini, ma anche i volontari della Protezione civile, gli Alpini, la Proloco, i rappresentanti dei Carabinieri in congedo e dell’associazione combattenti e reduci, insegnanti, dirigente e personale non docente della scuola e i dipendenti dell’Ufficio tecnico del Comune.

Galleria fotografica

Induno Olona - L'inaugurazione della stazione con i bambini - Foto di Eugenio Pigato 4 di 16

Sotto gli occhi attentissimi degli insegnanti e dei volontari, i bambini hanno letteralmente invaso le banchine, per aspettare l’arrivo del treno e poterlo salutare a gran voce. Un entusiasmo che ha coinvolto anche i macchinisti incappati in questa coloratissima manifestazione, che hanno ricambiato il saluto facendo fischiare a lungo i treni.

Poesie, l’Inno al Monarco cantato tutti insieme e poi una grande merenda per tutti hanno segnato una giornata di gioia, culminata con una schiarita del cielo che ha permesso di concludere la festa sotto il buon auspicio di un bel sole quasi primaverile.

«Il treno per noi è quasi sconosciuto – ha detto la piccola Vittoria, nata quando la prima pietra della nuova ferrovia stava per essere posata – ma oggi possiamo usarlo per viaggiare e ci fa già viaggiare anche con la fantasia».

«Abbiamo una grande opportunità, dobbiamo saperla sfruttare al meglio – ha detto il sindaco Marco Cavallin rivolgendosi ai bambini – A voi, che avete una grande sensibilità, affido il compito di spingere anche i grandi, i vostri genitori, i vostri insegnanti, ad usare il treno e a muoversi senza inquinare».

Cavallin ha voluto nuovamente ringraziare tutti i cittadini di Induno Olona, che in questi anni di difficile convivenza con i cantieri dell’Arcisate Stabio hanno dato una dimostrazione di grande pazienza e senso di responsabilità: «Un pensiero alla nostra Mariangela Bianchi – ha aggiunto – e un caloroso ringraziamento a tutti coloro che hanno lavorato a questa impresa, agli Amministratori comunali e ai dipendenti che hanno seguito questa complessa partita».

L’arrivo del treno non mette però la parola fine a cantieri e lavori: «Oggi è festa, ma le cose da fare sono ancora tante – ha concluso Cavallin – Ci aspetta ancora molto lavoro ma oggi abbiamo finalmente la possibilità di guardare al futuro e di costruire qualcosa di importante e positivo per la nostra comunità».

Questa sera sera, alle 21 in Sala Bergamaschi, tutti i cittadini sono invitati a partecipare ad un incontro informativo sul servizio ferroviario, sui prossimi lavori e sui progetti legati alla nuova ferrovia. Un incontro dove ci sarà spazio anche per domande, dubbi e curiosità.

 

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Induno Olona - L'inaugurazione della stazione con i bambini - Foto di Eugenio Pigato 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore