Capelli brillanti: ecco come fare in inverno

Durante la stagione invernale, è normale che i capelli perdano brillantezza e che siano meno lucenti rispetto al resto dell'anno

vario

Durante la stagione invernale, è normale che i capelli perdano brillantezza e che siano meno lucenti rispetto al resto
dell’anno: rassegnarsi sarebbe un peccato, dal momento che con l’aiuto di prodotti ad hoc è possibile rimediare a
questo inconveniente e tornare a sfoggiare una chioma perfetta. Le temperature di questi giorni, a Varese e in tutta
la Lombardia, inducono a mettere in atto delle precauzioni per mantenere brillante la propria acconciatura.

Per colpa del freddo, i capelli tendono a mostrare in modo piuttosto evidente dei segni di stanchezza: che sia colpa
della neve, della pioggia, del vento o dell’umidità, certo è che la chioma ha bisogno di essere “coccolata”, così da
contrastare gli effetti potenzialmente negativi e le conseguenze degli choc termici. Usare dei berretti di lana e dei
copricapi adeguati è senza dubbio utile, ma può non bastare a evitare che la chioma risulti elettrica: per di più, non
bisogna dimenticare che i cappelli rischiano di rendere la capigliatura più sporca e più grassa.

I berretti, infatti, hanno lo spiacevole effetto di soffocare il cuoio capelluto: è così che le radici divengono grasse.
Inoltre, in inverno si mangia meno frutta e ci si nutre con cibi più grassi: anche il regime alimentare che si segue si
rispecchia sulla salute e sull’aspetto dei capelli. Abbattersi non ha senso, dato che si può fare affidamento su uno
shampoo per i capelli grassi, da usare in alternanza con quello che si impiega di solito, per scongiurare ogni
pericolo. Se è vero che in una settimana non dovrebbero essere più di due gli shampoo a cui sottoporsi, è altrettanto
vero che chi ha i capelli grassi può arrivare anche a tre.

Il problema degli choc termici, tipico dell’inverno, viene amplificato se si ha l’abitudine di asciugare i capelli in
modo non adeguato. Il phon non deve riscaldare troppo la chioma, altrimenti il freddo dell’ambiente esterno può
ripercuotersi in modo negativo: per una protezione adeguata dal calore è consigliabile un trattamento termoattivo.
L’impiego di un siero per capelli è un altro accorgimento che vale la pena di adottare, mentre una protezione
termica contro l’effetto crespo è fortemente raccomandata a chi deve fare i conti con questo disagio.

Tra gli ingredienti naturali che garantiscono risultati più che apprezzabili spicca l’olio di cocco, che deve essere
applicato quando i capelli sono asciutti: il prodotto va distribuito in modo uniforme non solo sulle lunghezze, ma
anche sulle radici. In seguito i capelli devono essere avvolti in una cuffia per doccia: trascorsi 30 minuti, vanno
risciacquati e lavati. Nel caso in cui la situazione sia molto impegnativa, nulla vieta di lasciare l’olio in posa per tutta
la notte, per poi lavare i capelli al risveglio. Se si ha l’abitudine di usare il balsamo, è bene ricordare di non
applicarlo sulle radici, in quanto la capigliatura finirebbe per assumere un aspetto sgradevole e quasi untuoso.

I prodotti Kerastase sono un esempio di una soluzione valida ed efficace per far rimanere i capelli brillanti anche nel
corso della stagione fredda: tutti gli articoli della linea garantiscono affidabilità e risultati ben visibili.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore