Cavallini (Comerio Ideale): “Sprar, quale utilità per i cittadini italiani?”

Nota del capogruppo della lista di opposizione in consiglio comunale a Comerio in merito all'approvazione da parte del Ministero dell’Interno del progetto Sprar a Comerio e Besozzo

varie

Riceviamo e pubblichiamo la nota del capogruppo della lista di opposizione in consiglio comunale a Comerio in merito all’approvazione da parte del Ministero dell’Interno del progetto Sprar a Comerio e Besozzo

Oggi prendiamo atto dell’approvazione da parte del Ministero dell’Interno del progetto Sprar all’ interno del comune di Comerio e Besozzo, che, in qualità di capogruppo dell’opposizione a Comerio valuto essere l’ennesimo sforzo della politica di sinistra di fare i buonisti a discapito degli interessi degli italiani.

Il pensiero dell’opposizione e del gruppo Orizzonte Ideale al quale appartengo si allinea perfettamente a quello del leghista Longhin, nel ribadire che oggi abbiamo problemi sociali molto gravi in Italia e dovremmo pensare prima a risolvere le esigenze dei nostri cittadini per essere così in grado di aiutare anche gli altri.

Grazie a questa approvazione arrivano risorse importanti che sarebbero state utili al potenziamento dei servizi sociali e di assistenza e per aiutare le famiglie in difficoltà, che ci sono anche a Comerio e Besozzo.

Queste politiche, non comprendendo il pensiero e i problemi dei cittadini, non fanno altro che aumentare il fortissimo divario che si è creato tra cittadini e istituzioni; in una situazione socio economica di stabilità e benessere avrebbero un senso ma oggi, mentre le famiglie non arrivano alla fine del mese e vedono i loro rappresentanti incentivare politiche non rivolte loro, aumenta la sfiducia del cittadino nella politica.

Come opposizione presenteremo in comune un’interrogazione per avere numeri e dettagli del progetto ma soprattutto, esigendo spiegazioni riguardo sull’utilità ’ di quest’ultimo per i cittadini italiani, come dichiarato dal sindaco.
È giusto che i cittadini sappiamo come saranno spese queste somme e sopratutto quanto di questo importante stanziamento sarà destinato a loro.

Ribadiamo con fermezza che le priorità di Comerio sono ben altre, e lo sforzo dell’amministrazione deve in primis rivolgersi ai servizi per I cittadini, alle politiche di unione delle competenze con comuni limitrofi per sfruttare bandi e risorse per il bene di tutti e solo successivamente si potra’ pensare alle politiche d’immigrazione.

In conclusione invitiamo i gruppi di minoranza di Besozzo ad intraprendere in consiglio comunale un azione comune al fine di ottenere risposte sulle somme destinate agli italiani.

Mattia Cavallini
capogruppo opposizione “Comerio Ideale”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore