Cresce il turismo a Varese

Crescono del 10,9% gli arrivi nei primi tre trimestri del 2017. Ottimo l’andamento della stagione primaverile. I dati sono stati elaborati dall’Ufficio studi e statistica della Camera di Commercio

turismo

La valutazione sui primi nove mesi del 2017 – in attesa delle cifre di fine anno – non può che essere positiva per il turismo varesino. Secondo i dati elaborati dall’Ufficio studi e statistica della Camera di Commercio e disponibili sul portale www.osserva-varese.it, tra gennaio e settembre dello scorso anno gli arrivi nella nostra provincia hanno fatto segnare un +10,9% mentre le presenze un +9,6%, rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il terzo trimestre, quello estivo, è andato molto bene, ma l’incremento di arrivi e presenze tra aprile e giugno è stato determinante, incoronando così la primavera varesina come una stagione di sicuro interesse per i numeri in valore assoluto, sempre più simili a quelli del periodo più caldo dell’anno. In generale, giugno e maggio si contendono lo scettro di miglior mese del secondo trimestre dell’anno con un leggero vantaggio per giugno. Anche le cifre di settembre sono in rialzo. Il mese migliore è comunque luglio, seguito a breve distanza da agosto.

«La presenza di uno scalo intercontinentale quale Malpensa, con il suo forte incremento di passeggeri negli ultimi dodici mesi, di certo è un fattore positivo per il turismo varesino, generando pernottamenti – sottolinea il neopresidente della Camera di Commercio, Fabio Lunghi –. A questo, si sommano gli effetti del crescente apprezzamento che Varese riscontra a livello internazionale nell’ambito del turismo “attivo”, grazie a un territorio ideale per la pratica sportiva ai diversi livelli».

Entrando nel dettaglio, la crescita è sostenuta soprattutto dagli stranieri, che rappresentano il 62,5% degli arrivi e il 60,6% delle presenze, con un incremento rispettivamente del 13,8% e del 10%.

Una curiosità: è forte l’incremento di turisti dalla Corea del Sud, che nei primi nove mesi dello scorso anno hanno toccato quota 30mila arrivi (+131%) e 33mila presenze (+101%). E questo per un paese di circa 50 milioni di abitanti. La Cina, che si conferma ai primi posti per flussi turistici in provincia di Varese, ha numeri quasi doppi come arrivi e presenze, ma a fronte di una popolazione di 1 miliardo e 400 milioni di persone. In entrambi i casi, tuttavia, con ogni probabilità si tratta di viaggiatori in transito e business, considerata la brevissima permanenza, tipica peraltro della modalità di fare turismo degli asiatici.

Quanto alle altre nazionalità, al primo posto per numero di arrivi sul nostro territorio ci sono gli statunitensi, che da gennaio a settembre 2017 sono giunti in 72.190, seguiti dai tedeschi (70.430) e appunto i cinesi (52.719).

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore