I docenti della scuola: “Dal sindaco un oltraggio a chi ha perso la vita”

Maestri e professori delle scuole elementari e delle medie critici dopo le parole di Cristina Bertuletti. "Un'offesa all'impegno di far crescere le nuove generazioni nella tolleranza"

La nuova Piazza Galvanigi di Gazzada

«Esterrefatti e indignati»: sono i docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado di Gazzada Schianno, di fronte alle dichiarazioni del sindaco Cristina Bertuletti, nel Giorno della Memoria.

È una nuova presa di posizione che segue quelle già emerse nei giorni scorsi, espressione di tante voci, molte legate direttamente al paese. «I Docenti della scuola di Gazzada Schianno – scrivono in un comunicato unitario – venuti a conoscenza dagli organi di stampa di quanto pubblicato dal Sindaco sulla pagina Facebook, si dichiarano esterrefatti e indignati».

«Un simile commento, oltre a essere un oltraggio a quanti hanno perso la vita e di cui dobbiamo avere memoria, è anche un’offesa alla nostra funzione di educatori che assolviamo quotidianamente con impegno e devozione per far crescere le nuove generazioni nel rispetto della tolleranza reciproca».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giorgio Martini Ossola

    questo post gira su facebook da anni e non l’ha scritto la sindaca lo ha solo un po maldestramente riportato,siccome è leghista e siamo in campagna elettorale ecco che ogni pretesto è buono.Personalmente non saprei dire se mi indigna di più il post della sindaca o chi strumentalizza la Shoah per fini elettorali,diamoci un po tutti una calmata….

    1. apetraccone
      Scritto da apetraccone

      Rapinare la stessa banca una seconda volta è sempre un grave reato. Non diventa un reato minore…. per cui riproporre lo stesso post nella stessa ricorrenza è, e rimane grave… forse, più che la strumentalizzazione di chi reagisce indignato, pesa di più il fatto che si è cercata volutamente la provocazione.

  2. Scritto da Felice

    Lei è un genio incompreso.

Segnala Errore