Uyba “in riserva”, Bergamo la sorprende al tie-break

Farfalle avanti due set a zero, poi Sylla sale di tono e le biancorosse sprecano troppo. Busto perde terreno in classifica

foppapedretti bergamo sab legnano pallavolo
Brutto passo falso per le ragazze della Unet E-Work Busto Arsizio che al Pala Norda di Bergamo perdono per 3-2 (21-25, 21-25, 25-17, 25-22, 15-10) contro le padrone di casa della Foppapedretti. Le farfalle vincono i primi due set e poi sprecano tutto e regalano punti preziosi alle avversarie, trovandosi adesso con Monza a soli 3 punti in classifica (dopo la vittoria contro Casalmaggiore) e prossima avversaria, domenica, al Palayamamay.

Top scorer nella metà campo bustocca è Valentina Diouf con 23 punti, seguita da Bartsch (21) e Gennari (13), mentre dall’altra parte brilla Miriam Sylla (23 punti e 8 muri), seguita da Acosta (21), spostata durante la partita da banda a opposto e rivelatasi vera spina nel fianco per Stufi e compagne.
Da sottolineare la solita buona prestazione dell’ex Marcon in seconda linea. In generale le giocatrici della UYBA sono apparse un po’ “in riserva”, stanche forse per le tante partite consecutive, anche se non c’è da trovare una giustificazione a un girone di ritorno che ha visto, su cinque partite disputate, vincerne solo una.

LA PARTITA

Mencarelli schiera in campo Orro in regia, Diouf opposto, Stufi e Berti (recuperata in extremis) al centro, Bartsch e Gennari in attacco, Spirito libero.
Il primo set iniza bene per le Uyba che si porta subito sul 2-6. Sylla e Malgurski non ci stanno e riportano la situazione in equilibrio (8-9) ma Gennari approfitta di alcune imprecisioni delle orobiche e stacca sul 15-19. Sul 16-22 coach Micoli mette in campo Marcon al posto di Acosta per rinforzare la seconda linea bergamasca e la mossa sembra funzionare visto che le padrone di casa si rifanno sotto (19-22 e time out Mencarelli). Al rientro in campo è Bartsch a prendere in mano le redini del gioco e la UYBA chiude 21-25. 
Il secondo parziale inizia con il 3-1 firmato Sylla ma le biancorosse, guidate da Gennari, trovano il 9-9. Si procede punto a punto fino al 16-17, poi gli errori di Strunjak e Malagurski concedono spazio alle ragazze di Mencarelli che ne approfittano e volano sul 16-19. Wilhite, entrata su Bartsch, mette a terra il 20-24 e l’errore di Sylla chiude il set, ancora una volta, 21-25.

Il terzo set si presenta con una Miriam Sylla scatenata che martella palloni sul campo bustocco e porta la sua squadra sul 6-1. Tanti errori delle farfalle costringono Mencarelli a usare subito i due time out a sua disposizione per provare a riportare ordine in campo ma Acosta e Sylla non lasciano scampo e il 25-17 riapre i giochi. 
Avvio equilibrato di quarto set con le due formazioni che si danno battaglia, marciando in equilibrio (9-9). Le orobiche provano ad allungare e approfittano anche dei tanti errori biancorossi (16-12). Nel finale la UYBA prova a recuperare e si riporta a -2 (24-22) ma hanno la meglio le ragazze di Micoli (25-22).

TIE BREAK

Busto inizia con un +3 (1-4) che dura poco, perché Marcon si accende e ritrova il pareggio. Sul 9-6 Mencarelli prova a inserire Botezat su Berti ma ormai le farfalle sembrano aver finito la benzina e Acosta sigla il 15-10 finale.
Foppapedretti Bergamo-Unet E-Work Busto Arsizio 3-2 (21-25, 21-25, 25-17, 25-22, 15-10)
Bergamo: Strunjak 4, Malagurski 6, Battista 1, Popovic 12, Cardullo(L), Marcon 8, Paggi ne, Boldini 1, Malinov 8, Ruffa, Sylla 23, Acosta 21. All.
Busto Arsizio: Piani ne, Stufi 10, Spirito (L), Gennari 13, Dall’Igna, Orro 6, Wilhite 4, Diouf 21, Bartsch 17, Berti 7, Negretti, Chausheva ne, Botezat. All. Mencarelli.
Arbitri: Cappello e Venturi.
Note. Bergamo: battute sbagliate 10, ace 3, muri 20. Busto: battute sbagliate 7, ace 5, muri 16. Durata set: 24′ 27′ 22′ 23′ 16′.

di
Pubblicato il 17 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore