Futuri costruttori e manutentori nautici in visita al cantiere navale

Gli studenti del Centro professionale tecnico di Bellinzona in visita al Cantiere navale della Società di navigazione del lago di Lugano

Lugano - Il cantiere navale della Società di navigazione lago di Lugano

Mattinata interessante, e fuori dalle aule, per i futuri costruttori nautici e manutentori nautici del Centro professionale tecnico di Bellinzona, che mercoledì scorso hanno potuto visitare in modo approfondito il cantiere navale della Società navigazione del lago di Lugano.

Galleria fotografica

Lugano - Il cantiere navale della Società di navigazione lago di Lugano 4 di 6

L’inizio della visita è stato condotto dal presidente della Società di navigazione Agostino Ferrazzini il quale ha accolto tutti gli apprendisti raccontando loro il lavoro che svolge la socità sul territorio, i suoi valori e gli sbocchi lavorativi per i giovani, ma intrattenendo anche i ragazzi con numerosi aneddoti di archeologia industriale.

Un tour guidato ha svelato tutti i segreti dell’edificio costruito ed ampliato tra il 1883 e il 1908 e suddiviso in 5 aree: uffici economato, metalcostruzioni, falegnameria, laboratorio pittori e officina meccanici. Le aree sono unite centralmente dallo scalo d’alaggio dove attualmente si trova la motonave San Gottardo 2001 per la manutenzione invernale.

Gli apprendisti hanno potuto visitare anche il battello Milano 1927, la Vedetta 1908 (totalmente elettrica) e infine hanno effettuato una visita della sala macchine del battello Italia 1962, dove il capitano e meccanico Michel Resegatti ha illustrato tutte le parti del motore, il suo funzionamento ed il lavoro che un pilota della Società di navigazione svolge durante l’anno.

di
Pubblicato il 29 gennaio 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Lugano - Il cantiere navale della Società di navigazione lago di Lugano 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore