Giovani Lega con Fontana

Parla in coordinatore Davide Quadri

compleanno lega giovani padani

Riceviamo e pubblichiamo

“Fontana rappresenta il futuro per i giovani varesini e lombardi”
Il coordinatore provinciale dei Giovani Padani, Davide Quadri,
lancia la campagna del candidato Presidente tra i giovani
“Essere vicino ai giovani significa conoscere le problemaiche del
mondo dell’università e del lavoro. E avere le soluzioni da
proporre per costruire un futuro ai giovani”.

E queste caratteristiche si possono trovare tutte nel candidato
Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. Lo afferma senza
dubbi Davide Quadri, coordinatore provinciale dei Giovani Padani
del Varesotto, che lancia la corsa dell’ex sindaco di Varese sul
nostro territorio. E mette in evidenza come nel programma del
candidato governatore ci sia una grande attenzione rivolta al
mondo giovanile.

“Fontana è un punto di riferimento importante per tutti i giovani
– sottolinea Quadri – al di là della vicinanza che ha sempre
avuto nei confronti del nostro movimento giovanile, quando ha
ricoperto la carica di Sindaco si è sempre impegnato a favore del
mondo studentesco, ponendo attenzione alle prolematiche relative
alle scuole e ai trasporti per gli studenti”.

Non solo, perché “i suoi interventi, come quello su Canale 5 nei
giorni scorsi, dove ha parlato del mondo dell’università e delle
prospettive che occorre dare ai giovani lombardi, dimostrano come
conosca molto bene e da vicino le questioni più importanti per il
futuro delle nuove generazioni”.

Quindi, il coordinatore provinciale dei Giovani Padani lancia una
frecciata all’avversario di Fontana, il candidato del
centrosinistra Giorgio Gori. “La vicinanza ai giovani non è viene
fatta dal giovanilismo di facciata o dai maglioncini alla moda.
Non servono a niente il trucco e parrucco. La differenza sta nei
fatti e nelle politiche giuste. Guardiamo agli Stati Uniti: Donald
Trump sta riducendo la disoccupazione giovanile con le sue
politiche, al contrario di quanto fatto dal proprio predecessore,
il “giovanilista” Obama”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore