Il dropshipping

Il dropshipping può essere considerato come un vero e proprio modello commerciale. L'obiettivo di chi adotta tale sistema è quello di vendere qualsiasi prodotto senza mai entrarne in possesso

vario

Nel corso degli ultimi anni, il metodo del drophipping ha preso sempre più piede e coinvolto una quantità crescente di appassionati. Scopriamo insieme di cosa si tratta, quali sono i vantaggi e i rischi di una pratica del genere.

Che cos’è e come funziona il dropshipping

Più che un semplice metodo, il dropshipping può essere considerato come un vero e proprio modello commerciale. L’obiettivo di chi adotta tale sistema è quello di vendere qualsiasi prodotto senza mai entrarne in possesso. Il venditore deve soltanto gestire la pubblicità del prodotto stesso, mentre del magazzino, dell’imballaggio e della spedizione se ne occupa il fornitore.

In pratica, il cliente chiede al venditore un determinato modello e il venditore chiede a sua volta aiuto ad un intermediario, noto anche come dropshipper. Quest’ultimo rivende la merce richiesta e la fornisce al cliente iniziale, in una serie di passaggi che non implica neanche la conservazione dei prodotti all’interno di un vero e proprio magazzino fisico.

I punti di forza del dropshipping in Italia

Per quali motivi la pratica del dropshipping è diventata così ben radicata anche in Italia? Numerosi sono i potenziali vantaggi, sia per chi fornisce ciascun prodotto, sia per chi lo vende seppur in maniera indiretta. Scopriamo i punti di forza di una tecnica in continua evoluzione.

Partiamo dal venditore. Lui può dare vita ad una nuova attività senza compiere troppi sforzi, né dal punto di vista fisico, né sotto l’aspetto puramente logistico. Tutto ciò con ampi margini di guadagno e senza dover neanche allestire un proprio magazzino. Come già detto in precedenza, deve soltanto contattare un fornitore e fungere da intermediario con l’acquirente.

E per il fornitore? Anche per la seconda figura in causa, i vantaggi appaiono piuttosto evidenti. Tra questi, menzioniamo l’opportunità di allargare il proprio target e fare in modo che il possibile giro d’affari risulti maggiormente ampio e variegato. I lati positivi aumentano ulteriormente se si utilizza il mezzo telematico, ormai sempre più gettonato dai clienti.

Infine, gli ultimi vantaggi potenziali riguardano il cliente, che può acquistare un qualsiasi prodotto di alto livello ad un prezzo inferiore rispetto a quello di listino. Tuttavia, è necessario che agisca con tutta la cautela possibile per evitare eventuali truffe, che si nascondono sempre dietro l’angolo.

I rischi principali di tale metodo

Come tutte le pratiche appartenenti ad una sfera simile, anche il dropshipping presenta alcuni punti di criticità. Prima di tutto, il guadagno finale non è automatico. Bisogna darsi da fare per vedere i risultati economici e ogni introito scaturisce da un investimento iniziale. Di conseguenza, non si può iniziare senza avere un budget a disposizione.

Massima attenzione va prestata anche ai fornitori, che devono garantire un alto grado di affidabilità. Tale figura professionale deve essere accompagnata da un bagaglio di serietà e competenza e deve fornire ciascun prodotto all’insegna della massima trasparenza.

Chi si avventura nel mondo del dropshipping deve conoscere il mondo che lo circonda. In alcuni casi, la concorrenza può diventare spietata e va fronteggiata a dovere. Un rischio del genere può essere affrontato scegliendo la strategia giusta, riducendo al minimo il pericolo di eventuali fallimenti.

Gli elementi del dropshipping da tenere d’occhio in Italia

Nel complesso, intraprendere un’attività basata sul dropshipping non è facile e il guadagno non è automatico. Tuttavia, anche in Italia, tale scelta di sta facendo strada. Trovare un fornitore serio e affidabile può risultare fondamentale in un ambito del genere. È necessario trovare un corriere conosciuto, con l’esperienza sufficiente per un servizio completo ed aggiornato.

In tutti i casi, Internet contiene diversi fornitori affidabili, raccolti in diverse directory tutte da scoprire e provare. Per esempio, AliExpress favorisce ogni operazione di ricerca. Interessante anche Oberlo, che consente un’impostazione automatica dei prodotti da mettere in vendita.

Qualsiasi sia il sito Web al quale chiedere aiuto, ciò che conta è intraprendere ogni percorso con passioneimpegno e attenzione. Senza questi tre ingredienti, è inutile anche sperare di trarre benefici di qualsiasi genere.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore