Imbarazzante balletto al Molina, Campiotti rimosso ancora

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso urgente e sospeso la sentenza del Tar. Incresciosa situazione di incertezza per la Fondazione

Campiotti

Il consiglio di stato ha accolto il ricorso urgente della Ats, e disposto la sospensiva sulla sentenza del Tar che aveva di fatto riportato Cristian Campiotti alla guida della Fondazione Molina. Questa ennesima giravolta giuridica riporta in vigore il commissariamento guidato da Carmine Pallino ed esautora dalle sue funzioni l’intero cda, su cui pende peraltro una richiesta danni di 1 milione di euro.

Campiotti era rientrato da una settimana ma aveva fatto a tempo a prendere un provvedimento, la stabilizzazione degli Asa, e in una conferenza stampa aveva sparato a zero contro Pallino, la Regione, la Ats. Il commissario l’ha subito querelato. Il consigliere Fabrizio Mirabelli ha chiesto di poter visionare i bilanci. Il consiglio di stato ora dovrà esprimersi nel merito.

Carmine Pallino è tornato alla guida del Molina sabato e come primo provvedimento ha inibito l’ingresso alla Fondazione a Campiotti. La politica non interviene, gli ospiti guardano sconcertati a questa vicenda, la città si trova la sua istituzione benemerita al centro di un imbarazzante guerra. Varesenews ha espresso alcune considerazioni sulla vicenda la settimana scorsa con un editoriale dal titolo: Le dimissioni di Campiotti. 

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore