Latuaideadimpresa: 7 Istituti, 10 progetti e 100 studenti coinvolti

Giorgia Fantoni, Vicepresidente dei Giovani Imprenditori: “Fondamentale avvicinare il mondo scolastico a quello lavorativo. Il risultato non può che essere sorprendente”

varie

Torna con l’ottava edizione il progetto formativo nazionale Latuaideadimpresa, promosso a livello locale dal Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese e coordinato da Sistemi Formativi Confindustria con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Main sponsor del progetto è Intesa Sanpaolo che, insieme ad Intesa Sanpaolo Formazione, ha consentito a Latuaideadimpresa di divenire percorso di alternanza scuola-lavoro erogando moduli formativi, assistendo e valutando i ragazzi nell’attività di ricerche di mercato ed elaborazione dei businessplan delle loro idee di impresa.

Scopo principale del percorso, che prevede anche fino ad 80 ore di alternanza scuola-lavoro, è diffondere la cultura d’impresa tra i più giovani, mettendoli alla prova con una competizione aziendale.

«È estremamente importante per noi imprenditori avere la possibilità di interagire in maniera diretta con le future generazioni d’industria, anche attraverso iniziative come Latuaideadimpresa. È incredibile quello che questi ragazzi sono in grado di ideare. Credo fortemente nella validità e nel valore di percorsi di avvicinamento del mondo scolastico a quello lavorativo. Latuaideadimpresa mette alla prova gli studenti guidati e giudicati da giovani imprenditori: un mix perfetto di freschezza, creatività e voglia di innovare. Il risultato non può che essere sorprendente».

Così Giorgia Fantoni, Vicepresidente dei Giovani Imprenditori varesini con delega Education, descrive l’incontro formativo organizzato per orientare e preparare al meglio i ragazzi degli gli Istituti scolastici coinvolti nella gara, che da locale si trasformerà in nazionale.

All’edizione 2018 de Latuaideadimpresa aderiscono 7 Istituti scolastici del Varesotto (IPC Verri di Busto Arsizio, Istituto Enrico Fermi di Castellanza, ISIS Keynes di Gazzada Schianno, ITC Zappa di Saronno, Istituto Prealpi di Saronno, I.I.S. Geymonat di Tradate e Isis Daverio Casula di Varese), per un totale di 100 studenti coinvolti e 10 idee di impresa che verranno sviluppate.

Ma cos’è nello specifico il progetto Latuaideadimpresa? Si tratta di un concorso di idee imprenditoriali, che sarà portato avanti inizialmente a livello locale e poi nazionale e coinvolge studenti degli ultimi tre anni delle scuole secondarie di secondo grado. Grazie all’aiuto e alla supervisione di giovani imprenditori tutor, i ragazzi devono sviluppare un’idea d’impresa e formulare un business plan online.

Le idee saranno poi raccontate in video pubblicati su un portale dedicato www.latuaideadimpresa.it e i migliori verranno votati dagli imprenditori stessi. I primi tre progetti classificati a livello provinciale parteciperanno alla premiazione in occasione dell’Assemblea Annuale del Gruppo Giovani Imprenditori di Varese.

Gli studenti che si saranno aggiudicati il gradino più alto del podio, insieme ai migliori progetti delle altre province d’Italia, passeranno alla fase nazionale della competizione, in programma nel mese di aprile durante il Festival dei Giovani Imprenditori di Confindustria, previsto dal 10 al 13 aprile.

I ragazzi, però, non sono stati mandati allo sbaraglio. Nel mese di novembre è stato organizzato un percorso preparatorio e propedeutico alla gara con una formazione online su tematiche come: cosa è una startup; come creare un business plan e un video spot per promuovere il prodotto o il servizio; come presentare un pitch accattivante agli investitori. Inoltre gli imprenditori tutor del progetto hanno in calendario, proprio in questo periodo, visite alle classi coinvolte per conoscere, indirizzare e stimolare gli studenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore