“Le nostre notti” per capire la vita nei campi di concentramento

Sul palco del Circolo di Biumo e Belforte, sabato 27 gennaio alle 21, ci saranno Giovanni Ardemagni e Jane Bowie

Gaia Croce Auschwitz

Durante la presentazione ufficiale in Comune del programma per il “Giorno della memoria”, Giovanni Ardemagni era visibilmente emozionato. Portare sul palco “Le nostre Notti” spettacolo tratto dalle memorie di Primo Levi e Liliana Segre richiede uno sforzo emotivo notevole anche per uno che da anni fa questo mestiere. Sul palco del Circolo di Biumo e Belforte, sabato 27 gennaio alle 21, ci sarà anche Jane Bowie, attrice che spesso si è misurata con il tema della memoria.

«Quando ho pensato questo spettacolo -ha detto Ardemagni – ho cercato di immaginare come potesse essere una notte in un campo di sterminio, aspetto poco indagati della shoah, ma di fondamentale importanza per capire i meccanismi di sopravvivenza nelle condizioni estreme di Auschwitz».

Lo spettacolo è organizzato con il contributo della sezione varesina dell’Anpi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore