Legnano-Varese, sfida benefica sotto canestro nella Bcc Cup

Il 22 febbraio seconda edizione della sfida tra le due società anticipata da due match giovanili. Sostenuta la Onlus "Il volo del gabbiano"

basket presentazione bcc cup 2018

Le due realtà cestistiche più importanti della zona si danno nuovamente appuntamento sotto canestro per una sfida che promette spettacolo ma che – soprattutto – garantisce anche una mano a chi ha bisogno.

La Openjobmetis Varese di coach Attilio Caja sarà ospite – giovedì 22 febbraio – della FCL Contract Legnano Knights, formazione guidata da coach Mattia Ferrari che è buona protagonista del campionato di A2. Il match sarà disputato al PalaBorsani di Castellanza (parquet di casa dei legnanesi) e servirà ad assegnare la 2a BCC Cup, grazie al supporto della BCC di Busto Garolfo e Buguggiate, nella cui sede si è tenuta la presentazione dell’evento.

A beneficiare della partita (incasso interamente devoluto, la BCC raddoppierà la somma raccolta alle biglietterie) sarà una Onlus di Olgiate Olona, “Il volo del gabbiano”, realtà impegnata nella realizzazione di un ristorante per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità.

PROGRAMMA E BIGLIETTI

La BCC Cup non riguarderà soltanto le due formazioni professionistiche ma prenderà il via nel pomeriggio del 22 febbraio (ore 17) con la sfida tra le formazioni Under 13 (classe 2005) e Aquilotti (classe 2007) di Varese e Legnano. La palla a due tra Openjobmetis ed FCL Contract è invece prevista per le 20,30. Lo scorso anno vinsero Ferrero e compagni 85-60, con 22 punti di Nique Johnson e 15 di Nik Raivio: un successo che diede il via a una rimonta in campionato che si fermò ai margini dei playoff.

L’organizzazione ha già messo in vendita i biglietti per il match che sono disponibili sia online (QUI), sia alla segreteria degli Knights in via Parma 77 a Legnano (ore 17-19). Il costo è fissato in 5 euro per curva e tribuna non numerata, 10 euro per tribuna silver e gold numerata.

I COMMENTI

Roberto Scazzosi (presidente BCC di Busto Garolfo e Buguggiate): «La BCC Cup si è dimostrata capace di coniugare sport, territorio e solidarietà, valori nei quali il nostro istituto crede profondamente e che hanno fatto da elemento di unione con Pallacanestro Varese e Legnano Knights. Accanto allo sport ai massimi livelli, al territorio e alla solidarietà che è motore fondante di ogni Banca di Credito Cooperativo, quest’anno mettiamo le squadre giovanili per condividere con loro le finalità della manifestazione e renderle partecipi di un progetto che guarda oltre il risultato. Il ricavato, che la Bcc si è impegnata a raddoppiare, sarà destinato ad una realtà nascente che propone un bel progetto imprenditoriale e sociale».

Claudio Coldebella (dg Pallacanestro Varese): «Anche quest’anno partecipiamo con entusiasmo e con grandi motivazioni alla BCC Cup. Ritroviamo con piacere Legnano, società con la quale già lo scorso anno abbiamo dato vita ad una bellissima serata di basket impreziosita dal risvolto benefico. Una partita speciale che giochiamo con una società amica della Pallacanestro Varese permettendo ai tifosi di poter assistere ad un incontro fra i due maggiori club del territorio. E quando lo sport fa sistema ed è capace anche di fare beneficenza la valenza dell’evento diventa ancora più importante».

Marco Tajana (presidente Legnano Knights): «Sono felice di poter organizzare il secondo appuntamento di questa partita/evento, che ha lo scopo di propagandare il basket di alto livello nel nostro territorio, oltre allo sfondo benefico a cui teniamo molto. Mi fa piacere che questa iniziativa abbia trovato un rinnovato entusiasmo organizzativo da entrambe le parti, segnale che abbiamo intrapreso la strada giusta da un anno a questa parte insieme alla Pallacanestro Varese. La gara tra le due prime squadre stavolta sarà la punta dell’iceberg di un evento più ampio».

Giusy Lamperti (presidente Il volo del gabbiano Onlus): «È un onore poter essere al centro della seconda edizione della BCC Cup. Davanti alla scelta fatta dagli organizzatori non possiamo che ringraziare per l’attenzione ricevuta. Circa due anni fa, presso l’I.S. Falcone di Gallarate, abbiamo organizzato il primo incontro per esporre il nostro progetto, io e mio marito Alessandro ci siamo sorpresi della vicinanza che abbiamo riscontrato. Ad aprile dello scorso anno è stata costituita la cooperativa sociale per un progetto che permetterà a ragazzi diversamente abili di inserirsi nel mondo del lavoro e “volare con le proprie ali”. Entro l’autunno dovremmo riuscire a terminare i lavori e ad aprire in Olgiate Olona, il primo ristorante “Lè Ris un risotto per un sorriso”. Il progetto, nato grazie alla collaborazione dello chef Massimo Vallogini e alla professoressa Chiara Carabelli si è sviluppato attorno al percorso fatto da nostro figlio Riccardo, diplomato presso l’I.S. Falcone, e permetterà a ragazzi della stessa scuola di continuare il loro percorso di inclusione attraverso il lavoro. Un sogno si realizzerà anche grazie alla BCC Cup».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 31 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore