Dal benessere al benessere comune, per vivere meglio e consumare meno

Venerdì 5 gennaio alle 15 al Salone Estense di Varese

francesco francuccio gesualdi

(nella foto: Francesco Gesualdi)

Il mito della crescita sta finendo? E se è vero, come è possibile riorganizzare una società ed un sistema economico più giusti, equilibrati e sostenibili?

Se ne parla venerdì 5 gennaio alle 15 al Salone Estense di Varese,  in un incontro con Francesco Gesualdi, autore del libro “La società del benessere comune” (Arianna Editrice), scritto insieme a Gianluca Ferrara.

Gesualdi, già allievo di don Milani, è fondatore e coordinatore del Centro Nuovo Modello di Sviluppo di Vecchiano (Pisa), che si propone di ricercare nuove formule economiche capaci di garantire a tutti la soddisfazione dei bisogni fondamentali. Coordinatore di numerose campagne di pressione, è tra i fondatori insieme ad Alex Zanotelli di Rete Lilliput.

Lo scrittore e saggista che da anni riflette sui cambiamenti in atto, presenterà il libro e la sua tesi, ovvero che il mito della crescita sta finendo, come dimostrano vari segnali ambientali ed economici. “Ciò nonostante – dice Gesualdi – l’attuale sistema economico continua a indicarlo come il suo principale obiettivo, usando come giustificazione l’occupazione. È sempre più evidente, però, che di occupazione non se ne creerà più a causa delle crescenti disuguaglianze nella distribuzione del reddito, della globalizzazione e dell’austerità. L’intrecciarsi delle contraddizioni interne al sistema con la crisi ambientale, indica che se vogliamo trovare risposte ai drammatici problemi sociali che affliggono l’umanità, dobbiamo trasformare in profondità il sistema economico, a partire da un radicale ripensamento di concetti di base come lavoro, mercato, economia di comunità».

L’obiettivo, come recita il sottotitolo del libro, è quello di operare una rivoluzione personale e un cambiamento sociale per arrivare a vivere sempre meglio senza consumare sempre di più.

L’incontro, organizzato dal Comitato Progetto Cernobyl di Induno Olona, in collaborazione con il Comune di Varese, Filmstudio90 e Arci Varese, è ad ingresso libero, e si concluderà con un rinfresco e un momento per lo scambio degli auguri di inizio anno.

Qui la locandina dell’incontro

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore