Lo spazzino se ne va, la minoranza lo ringrazia con una lettera

Il gruppo di minoranza “Azzio” ha voluto elogiare pubblicamente l'operato di questo operatore ecologico impegnato nella pulizia del paese

azzio

Ringraziamento, amicizia, affetto. Ma anche una velata critica per la scelta di spostare l’operatore ecologico – lo spazzino, come si chiamava una volta, con un termine oggi ritenuto poco “politically correct” – del paese.
Così la minoranza consiliare di Azzio, in Valcuvia, ha voluto salutare Giuseppe, l’operatore che da anni si occupa di pulire le strade del paese. Si trasferirà in un altro Comune della zona.

Scriviamo questa lettera per ringraziarti, Giuseppe.
Abbiamo appreso che da qualche giorno non sei più il “nostro” operatore, speravamo fossi andato in pensione ma così non è. Sei stato trasferito in altro Comune.

Per chi non ti conosce, Giuseppe, sei stato l’operatore ecologico in servizio presso il nostro Comune per ben vent’anni ma, dopo tutto questo tempo, qualche anno fa qualcuno ha ritenuto giusto prima farti assumere da una cooperativa esterna e in seguito applicare più volte una riduzione delle tue ore lavorative perché le “macchine” ti avrebbero aiutato.

Infine… ti hanno sostituito del tutto!
Ancora ci domandiamo come mai. Motivi disciplinari? O magari eri troppo bravo, troppo produttivo?! Forse, più semplicemente, si è trattato di una scelta dettata da fattori economici ed aziendali. Sicuramente non umana perché, si sa, è
cosa da romantici, da signori, insomma da gente sempre più rara al giorno d’oggi.

Questa lettera vuole essere un elogio ed un ringraziamento per il lavoro che hai sempre svolto con impegno e con professionalità in tutti questi anni e purtroppo non da tutti apprezzato.
Non dubitiamo che chi ha preso il tuo posto saprà sostituirti degnamente ma sicuramente possiamo affermare che il Comune di Cocquio, la tua nuova casa, sarà in buone mani!
Speriamo sia solo un arrivederci… in bocca al lupo, Giuseppe!

Il gruppo di minoranza “Azzio”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore