Le canzoni di Battisti contro la violenza sulle donne

Giovedì 8 febbraio, concerto tributo con le canzoni più belle del cantautore. Per i primi dieci che risponderanno ad una facile domanda, un biglietto gratuito

Cantanti

“In un mondo che non ci vuole più il mio canto libero sei tu…”. Chi non se la ricorda?

Da questa strofa di uno dei brani più famosi degli anni Settanta prende il titolo il concerto-tributo che giovedì 8 febbraio – alle 21 al Teatro Openjobmetis di Varese – permetterà di riascoltare alcune delle canzoni più belle di Lucio Battisti.

Una serata che non è solo un concerto, ma anche l’occasione per una riflessione sulla violenza contro le donne e per sostenere due associazioni – IDEA Genitori di Clivio e Donna Oggi di Tradate – che lavorano su questi temi attraverso l’educazione e la sensibilizzazione.

Sul palco si alterneranno dieci ragazze – tutte rigorosamente cantanti e musiciste professioniste – che interpreteranno i migliori successi del cantautore reatino nel ventennale della sua scomparsa.

“Negli ultimi anni stanno aumentando i casi di violenze sulle donne – spiega Maurizio Benetazzo, che organizza la serata in collaborazione con il Comune di Varese e con le due associazioni – Con questo evento si vuole cogliere l’occasione per ricordare che ogni singolo giorno rappresenta la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, perché non si può racchiudere la lotta contro questo aberrante crimine in un’unica data, ma bisogna tenerla bene a mente tutti i giorni, bisogna parlarne, occorre richiamare l’attenzione di tutti per sconfiggere questo drammatico fenomeno”.

Isabella Salamone, Jennifer Bellea, Francesca Parrotta, Isabella Di Maio, Elisa Maffenini, Natalia Carpenco, Denise Misseri, Mery Gargy, Miriam Cossar e Alline Zasa canteranno e suoneranno canzoni indimenticabili come  Pensieri e Parole, Mi Ritorni in Mente, Emozioni, Non è Francesca, Acqua Azzurra Acqua Chiara.

Canzoni ma non solo, poiché ci sarà anche la partecipazione della scuola di ballo DancePro Limax di Clivio che metterà in mostra splendide coreografie sotto l’egida della direttrice artistica Alessia Introini, con le scenografie a cura di Gabriella Turcatti e Pinuccia Bani.
Non mancheranno nel corso della serata – la cui direzione artistica è affidata a Maurizio Benetazzo – pensieri e messaggi sul tema.

Grazie alla collaborazione con Master Events, abbiamo la possibilità di regalare un biglietto a dieci di voi, i primi che risponderanno a questa domanda: con quale famosissima canzone Lucio Battisti vinse il Festival Bar nel 1970?

Se avete indovinato scrivete la risposta all’indirizzo mail benetazzomaurizio@virgilio.it

(con l’indicazione di nome, cognome e numero di telefono).

Se sarete tra i primi dieci ad inviare la risposta giusta riceverete una mail che vi permetterà di ritirare gratuitamente il vostro biglietto omaggio.

Il costo del biglietto è di 10 euro, posto unico, con la possibilità di acquisto presso il teatro Openjobmetis, il “Nuovo Bar” di piazza Repubblica di Varese, “Elybag” di Tradate, il bar “D’Amlet” di Clivio e il mini market “Rusconi” di Clivio.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 348 7215546.

Qui la locandina dell’evento

di
Pubblicato il 30 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore