Musica, arte e letteratura nella “Notte del Liceo classico”

Luna piena

Dopo il grande successo dello scorso anno, il 12 gennaio 2018 il Liceo classico G.Pascoli invita la cittadinanza al secondo appuntamento con la Notte nazionale del Liceo classico, già alla sua quarta edizione a livello nazionale, in rete con più di trecento Licei italiani.

Quest’anno gli studenti e i docenti del Liceo classico promettono una serata ancora più ricca di eventi. Gli attuali protagonisti della scuola saranno im impegnati o in collaborazione con studenti e professori degli altri indirizzi presenti nel polo liceale di viale dei Tigli, con l’associazione Amici dei Licei e con il Comitato genitori che già lo scorso anno ha dato un grande contributo alla realizzazione della serata. Parteciperanno il coro e il gruppo teatrale del Liceo.

La novità di quest’anno è la collaborazione con il Museo Archeologico degli Studi Patri di Gallarate nell’ambito dell’attività di alternanza scuola-lavoro, mentre rinnoverà la sua presenza l’associazione ADAA (Associazione Divulgazione Astronomica e Astronautica) che, tempo permettendo, darà ancora la possibilità di osservare il cielo invernale.

Il volto nascosto della Luna: dedizione, passione e impegno delle donne nella storia e nel mito” è il titolo della serata 2018. Accanto a questo tema, saranno proposti spettacoli, esibizioni di danza, canto e musica, esperimenti, giochi interattivi ed eventi a sorpresa che si susseguiranno ininterrottamente dalle ore 20 alle 24.

«Si dimostrerà, ancora una volta, che il mondo “classico” – sempre attuale, intramontabile- costituisce il nostro patrimonio forse più prezioso e non solo ispira tuttora le forme più alte di arte, musica, letteratura, ma anche la riflessione sui grandi temi esistenziali e sui problemi della convivenza civile e della integrazione».

«L’invito, ancora una volta, è rivolto a tutti e, in particolare, ai ragazzi della Secondaria di Primo grado, che si apprestano a scegliere il prossimo corso di studi, alle loro famiglie e a tutti quelli che amano la cultura classica o che desiderano conoscerla perché, come afferma il professore Ivano Dionigi, recentemente ospite del nostro liceo, citando il compositore Gustav Mahler “ custodire la tradizione non significa adorare le ceneri , ma mantenere vivo il fuoco” e il Liceo Classico tiene acceso questo fuoco».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore