Oprandi ancora una volta fuori gioco?

Mancano ancora i candidati ufficiali del Pd, ma sul nome della consigliera comunale data per certa fino a poco fa si condensano nubi scure

Luisa Oprandi

Una a una stanno arrivando le liste elettorali per il Pirellone. Manca all’appello quella del Pd, dopo che settimana scorsa è stata rinviata la direzione provinciale. In corsa per otto posti ci sono una quindicina di nomi. Tra questi si danno per certi Astuti, Bertocchi e la Silvestrini.

Un altro nome forte è quello di Luisa Oprandi intorno a cui però si stanno addensando strane nubi. La consigliera comunale aveva rotto gli indugi alcuni mesi fa uscendo con una sua disponibilità a candidarsi. Quando poi hanno iniziato a muoversi le acque in vista delle elezioni, l’Oprandi aveva avuto un confronto con il sindaco Davide Galimberti anche perché in quel momento il nome forte del Pd per Varese era quello del suo segretario cittadino Luca Paris. La consigliera si era dichiarata disponibile a ripensare alla sua candidatura ma Galimberti in quella occasione l’aveva invitata a proseguire la sua strada dando quindi un via libera. Una scelta dettata dal peso che la città capoluogo può avere, e quindi nessun problema nell’avere due candidati di Varese.

Ora la situazione sembra cambiare e la Oprandi, malgrado i due notevoli risultati avuti alle comunali dove contro Fontana aveva sfiorato la vittoria e nella tornata di un anno e mezzo fa aveva portato un contributo importante per l’elezione di Galimberti grazie ai suoi centinaia di voti di preferenza, ora potrebbe esser esclusa dalla lista. La sua sarebbe una candidatura forte perché ha una grande passione, è stimata in tanti ambienti, ha una rete di relazioni che va oltre il suo partito e non a caso è stata la più votata alle ultime elezioni amministrative.

Resta quindi da capire cosa deciderà la direzione provinciale di domani sera. Lei risponde serenamente anche se serpeggia una certa amarezza per i silenzi di questi tempi. «In politica – dice Luisa Oprandi – il silenzio è un messaggio che può esser più forte di tante parole».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore