Palkettostage propone “Bodas de Sangre”

Spazioteatro propone un adattamento del dramma di Federico Garcia Lorca in lingua originale

palkettostage

Proseguono gli appuntamenti della stagione teatrale 2017-2018 “Tra Leggenda e Realtà” con lo spettacolo musicale in lingua originale spagnola Bodas de Sangre, libero adattamento tratto dall’opera in lingua originale “Bodas de Sangre” di Federico García Lorca.

Il nuovo anno si apre con la lingua spagnola venerdì 19 e sabato 20 gennaio: in scena un adattamento musicale di Bodas de Sangre, liberamente tratto dal dramma di Federico García Lorca. In questo spettacolo personaggi realistici si mescolano con quelli surreali, e insieme invitano gli spettatori a guardare la realtà con occhi nuovi, prestando attenzione a dettagli della vita quotidiana spesso trascurati.

Un sanguinoso fatto di cronaca, accaduto pochi anni prima in Andalusia, offre a García Lorca lo spunto per scrivere questa tragedia. Mentre si preparano le nozze tra la Sposa e lo Sposo, veniamo a sapere da una conversazione tra la Madre dello Sposo e una vicina di casa che la Sposa ha amato in passato un altro uomo, Leonardo. L’ex fidanzato, ora sposato con un’altra, appartiene alla famiglia che molti anni prima aveva ucciso il padre e il fratello maggiore dello Sposo. Il tempo per la Sposa scorre veloce, arriva il giorno delle nozze con lo Sposo ma l’antica passione per Leonardo riesplode… e proprio l’amore passionale, potente, invincibile è il tema principale di questo adattamento musicale di BODAS DE SANGRE, arricchito da un prologo che anticipa il conflitto della protagonista e chiarisce fin da subito la presenza di alcuni personaggi fortemente simbolici.

La scenografia, ispirata ai villaggi andalusi, definisce con sobrietà e raffinatezza i vari ambienti, incorniciando le azioni dei protagonisti. Effetti di luci sapientemente studiati assicurano la giusta atmosfera a ogni luogo e a ogni sequenza scenica, mentre i momenti salienti dell’opera sono esaltati da emozionanti coreografie, singole e corali, realizzate in uno stile contemporaneo. Per i costumi, la regista sivigliana Marta González (La Zapatera Prodigiosa, El Perro del Hortelano, Don Juan Tenorio) sceglie un design atemporale, volto a sottolineare il carattere di universalità dell’opera. La passionalità del dramma di Lorca è bilanciata da brani musicali scelti con cura tra le proposte originali dell’autore e altri più moderni e dinamici, che contribuiscono a mantenere la giusta tensione per tutta la durata dello spettacolo.

Questo spettacolo in lingua originale prodotto da Palkettostage è sottotitolato in italiano attraverso un display posto alla base del palcoscenico. Le scenografie sono realizzate nel Laboratorio di Spazioteatro di Alberto Caprioli. Al termine della rappresentazione il pubblico potrà come d’abitudine intrattenersi con gli artisti condividendo con loro un buffet gentilmente offerto dalla Produzione.

Ricordiamo che “Tra leggenda e realtà” è il titolo del nuovo Cartellone di SPAZIOTEATRO, la cui offerta culturale è caratterizzata da opere differenti per lingua, genere e contenuto, ma tutte collegate da un fil rouge al tema della stagione: sarà interessante per il pubblico stabilire, di volta in volta, se prevalgono gli elementi leggendari o quelli realistici.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore