Patrizia Testa non ci sta: «Offese e illazioni, difenderemo l’immagine della Pro Patria»

La presidentessa biancoblu ha comunicato che agirà per vie legali per tutelare l'immagine della società dopo la partita di Lecco

patrizia testa pro patria

La gara di Lecco non è finita sul campo, con la vittoria 3-1 della Pro Patria. Al termine della sfida, in sala stampa, dirigenti e tesserati biancoblu sono stati presi di mira.

La presidentessa Patrizia Testa non ci sta e ha comunicato che agirà per vie legali per tutelare l’immagine della società.

Questo il comunicato ufficiale del club:

La società, nel nome della presidentessa, Patrizia Testa, comunica che a seguito delle offese e illazioni subite dal presidente del Lecco Calcio in sala stampa, visibili anche su YouTube, darà mandato ai propri legali per difendere l’immagine della società.

È stato detto che gli stipendi non vengono pagati per comprare gli arbitri, quando già tutti i rimborsi del mese di Dicembre sono stati saldati regolarmente. Si può chiedere conferma a giocatori e tecnici.

Tre nostri giocatori, uno alla fine del primo tempo e due fine gara, sono stati colpiti da oggetti non identificati all’uscita del campo, ma nonostante questo la nostra squadra non ha fatto nulla per esasperare la situazione, mantenendo la calma e la professionalità che li hanno sempre contraddistinti.

La presidentessa ci tiene a ringraziare dirigenti, allenatori e giocatori, che nonostante tutto non hanno mai perso il controllo, dando una grande lezione di sport in campo e di stile e di civiltà al di fuori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore