“Ma perché buttare i rifiuti nel cuore del bosco?”

La segnalazione di un lettore ripropone il tema della cura dei boschi: perché diavolo inoltrarsi su disagevoli strade campestri solo per liberarsi di monitor e dvd?

Arsago Seprio generica

Gentile Redazione,
Vi invio due foto scattate questa mattina nel bosco di Arsago Seprio. I rifiuti sono stati abbandonati in una parte di bosco non facilmente accessibile. Perciò mi chiedo, cosa costava all’incivile in questione di recarsi presso una discarica comunale.

Arsago Seprio generica

I boschi compresi tra Vergiate, Arsago Seprio e Somma Lombardo sono cosparsi di rifiuti di ogni genere: calcinacci, scarti industriali, gomme, lavatrici, etc.
Invece di essere valorizzate, queste aree sono abbandonate a loro stesse.
Raramente -praticamente mai- vi incrocio un’auto dell’ente parco o guardie forestali nonostante la zona sia anche battuta da molti cacciatori.

Cordiali Saluti
Alessandro Pierro
A. Seprio

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Secondo me gli italiani soprattutto certi italiani di una certa età hanno qualche malformazione grave in quanto non ci vedo nessuna ragione plausibile se non qualche disturbo mentale bipolare. Probabilmente sfregiano il territorio e la collettività usandolo come discarica per sfogare la loro inadeguatezza come esseri umani appartenenti ad una collettività.

    Siccome vedo che anche il Nord Italia sta diventando come il meridione con spazzatura in ogni strada forse VareseNews che è il volano mediatico più rilevante e più seguito nella provincia dovrebbe promuovere una campagna di sensibilizzazione verso la regione e gli amministratori locali. Forse siamo giunti ad un bivio….diventiamo come un paese africano post-guerra con ogni angolo devastato o cerchiamo di vivere come un paese degno della Unione Europea (personalmente all’estero non ho mai visto tale livello di schifo).

    Che dite VareseNews? Creo che valga la pena farlo anche sulla base delle sempre più numerose segnalazioni di cittadini ormai schifati

  2. Scritto da lucky

    A proposito di spazzatura sulle strade devo dire che, ogni volta che si passano le Alpi per tornare in Italia, ci si accorge di essere nel Bel Paese semplicemente guardando ai bordi delle strade! La Domodossola-Gravellona è punteggiata da spazzatura in tutte le piazzole per la sosta di emergenza; la Besozzo-Vergiate (monumento all’inefficienza per i semafori dove delle rotonde risolverebbero con poca spesa) è fiancheggiata da due striscie ininterrotte di plastiche varie e sacchetti annodati! Sarà perché tutti hanno la garanzia di restare impuniti? Le multe solo per chi va a 98 all ‘ora?

  3. Scritto da lucky

    A proposito di spazzatura sulle strade devo dire che, ogni volta che si passano le Alpi per tornare in Italia, ci si accorge di essere nel Bel Paese semplicemente guardando ai bordi delle strade! La Domodossola-Gravellona è punteggiata da spazzatura in tutte le piazzole per la sosta di emergenza; la Besozzo-Vergiate (monumento all’inefficienza per i semafori dove delle rotonde risolverebbero con poca spesa) è fiancheggiata da due striscie ininterrotte di plastiche varie e sacchetti annodati! Sarà perché tutti hanno la garanzia di restare impuniti? Le multe solo per chi va a 98 all ‘ora?

Segnala Errore