Poste a Mercallo, “Continua una situazione intollerabile”

Il consigliere comunale Andrea Bagaglio chiede ai sindaci, di mettere in campo una efficace azione comune "per costringere Poste Italiane ad assolvere la propria missione"

cartoline posta

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Andrea Bagaglio – Consigliere comunale del gruppo Mercallo Possibile.

A fine novembre mi fu recapitata una bolletta scaduta inviatami da Enel  – distribuzione è protestai sui giornali locali . Ma il disservizio di Poste Italiane continua a Mercallo come nella provincia Ne è testimone la pubblicazione quotidiana di proteste da parte di utenti e di sindaci dei vari comuni del Varesotto .
Tanto per non smentirsi sabato 13 gennaio il postine depone nella buca di casa mia lettere contenenti gli auguri di Natale!

E non credo che amici e conoscenti abbiano spedito tali missive il 10 gennaio.
Dunque ancora una volta Poste Italiane è responsabile di un disservizio.
Dopo il 13 gennaio il postino è passato dalla mia via ben 10 giorni dopo , ovvero il 23 gennaio. La persona che guidava la motoretta era un’altra .
Che fine ha fatto il postino del 13 gennaio?
Ogni tanto per le vie del paese si vede un’auto con l’insegna di Poste Italiane che consegna raccomandate: ovvio, quelle portano il timbro di inoltro . Timbro che è sparito da anni dalla posta normale. Anzi posta celere , visto che la paghiamo come tale!
I sindaci protestano, i parlamentari fanno interpellanze senza risposta ad un governo sordo, la commissione coordinata dalla Provincia non ha sortito gli effetti auspicati.
Ed il governo, maggior azionista, continua a beneficiare economicamente di una situazione vergognosa che si trascina da anni.
Un sindaco ha cercato di tutelare i propri amministrati strappando alle ditte fornitrici delle utenze domestiche l’impegno di non vessare le famiglie vittime dei ritardi postali: un impegno che merita un plauso .
Purtuttavia il problema del cattivo funzionamento di Poste Italiane permane in modo insopportabile.
Perché i sindaci, tutti i sindaci, non mettono in campo una efficace azione comune onde costringere Poste Italiane ad assolvere la propria missione originaria?

Siccome non si può tollerare questo andazzo, occorre una azione drastica ed incisiva.

Andrea Bagaglio –Consigliere comunale Mercallo Possibile

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore