Il primo cantiere dell’anno è quello di via per Besnate

I lavori in corso prevedono la riasfaltatura dei tratti ammalorati ma, principalmente, la sistemazione dell’area oggetto di soventi ristagni di acque meteoriche

Via per Besnate a Gallarate

A Gallarate il primo cantiere dell’anno è quello di via per Besnate. I lavori in corso prevedono la riasfaltatura dei tratti ammalorati ma, principalmente, la sistemazione dell’area oggetto di soventi ristagni di acque meteoriche che verranno raccolte mediante la posa di caditoie e incanalate nell’esistente rete di smaltimento.

Questi interventi uniti al taglio e rimodellazione delle essenze arboree poste ai lati della strada permetteranno di rendere più agevole la percorrenza di questa importante e trafficata arteria.
Il fatto che la prima opera pubblica del 2018 riguardi una zona periferica della città non è casuale. Si tratta dell’ennesimo segnale di attenzione dell’assessore alla partita, Sandro Rech, nei confronti dell’intera città. L’esponente della giunta di centrodestra guidata dal sindaco Andrea Cassani, ha effettuato un sopralluogo nella zona interessata dal cantiere. Vederlo in mezzo agli operai e ai mezzi è ormai un’abitudine: «Cerco se possibile di verificare di persona ogni intervento e l’andamento dei lavori. Quando si spendono i pochi soldi pubblici disponibili bisogna necessariamente centellinare le risorse e ottimizzare gli interventi. Nel caso specifico di via per Besnate, si tratta di un’opera straordinaria e si concentrerà in particolare sul tratto all’altezza del civico 39. In quel punto la strada raccoglie le acque piovane dei campi, provocando allagamenti e il deterioramento dell’asfalto. La creazione di nuove caditoie di raccolta, unita alla pulizia dei canali esistenti, permetterà un efficace smaltimento delle acque meteoriche».

I prossimi interventi in ambito di lavori pubblici riguarderanno invece i cimiteri e le scuole: «Come da cronoprogramma, appena il meteo sarà favorevole, ci occuperemo delle coperture dei colombari e a seguire degli interventi di manutenzione degli edifici scolastici».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore