Il racconto di un anno di cultura a Gallarate con Officina Contemporanea

Dalle mostre al Maga ai festival, passando per le iniziative delle tante associazioni, seguite dai ragazzi della rete per la cultura

Global Learning

Dalla filosofia all’air talking, dalla musica classica all’arte visiva secondo Kerouac, dalla danza alla fotografia. È un racconto lungo un anno, quello fatto dal social team di Officina Contemporanea.

Officina Contemporanea (OC) è il nome della rete della cultura di Gallarate, avviata grazie ad un bando triennale di Fondazione Cariplo. OC ha contribuito a mettere in relazione e a coordinare la proposta culturale della città: un lavoro raccontato anche dal social team, composto da un gruppo di giovanissimi che – alla conclusione del progetto triennale, a gennaio 2017 – hanno proseguito la narrazione sulle pagine di VareseNews (qui tutti gli articoli).

Il 2017 è stato un anno ricco di proposte, in parte nel solco di una tradizione d’impegno culturale cittadino, in parte inedito. Il social team ha ad esempio raccontato la grandissima partecipazione alla tredicesima edizione di Filosofarti, il festival cittadino della filosofia che ha saputo costruire una proposta articolata e accessibile a tutti, visto che la stragrande maggioranza degli appuntamenti è gratuita. Ha raccontato la proposta del museo Maga, dalle mostre 2017 ai laboratori.

Nel 2017 il grande restauro della basilica ha arricchito la città anche di un nuovo luogo di cultura, lo Spazio Restauro di via Postcastello, che ha offerto a Gallarate una serie di appuntamenti legati alla storia della chiesa matrice dell’antico borgo, sui restauri in corso (condotti anche da un’impresa locale, la Gasparoli) ma anche poesia, musica, arti visive.

Da non dimenticare poi il ruolo del Melo, con le mostre d’arti visive e anche con la qualificata proposta di jazz. E ancora le attività di Proscaenium, ma anche di realtà inizialmente non facenti parte di OC, come la Studi Patri e lo storico sodalizio Il Sestante. Il mondo della fotografia vede anche nuovi fotoclub e mostre come quella promossa nell’ambito del festival Scrittrici Insieme, un’altra realtà locale nata dal volontariato culturale (quanto mai necessario oggi, per sopperire alle carenze d’impegno diretto del pubblico). Senza tralasciare poi i teatri cittadini, altre esperienze musicali cittadine e qualche incursione fuori Gallarate, tra prosa e fumetti.

Qui trovate tutti gli articoli del social team di Officina Contemporanea

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore