“Record di accessi al pronto soccorso”

In una nota, il presidente del collegio degli infermieri di Varese Aurelio Filippini informa della situazione

infermiere apertura

Pubblichiamo la nota del presidente del collegio degli infermieri di Varese Aurelio Filippini

Pronto soccorso di Varese: record di accessi.
Sono stato informato dai colleghi del pronto soccorso di Varese, ma anche di altri pronto soccorso della provincia, del grande numero di persone che in questi giorni sta affollando, anzi sovraffollando il ps.
Tra utenti in attesa di visita e diagnosi o di essere ricoverati si superano le 100 persone contemporaneamente presenti, una parte delle quali non risulta più formalmente in carico, ma è fisicamente presente. Nonostante questo periodo dell’anno sia sempre stato particolarmente impegnativo, il numero di persone da assistere diventa davvero superiore alle forze del personale e della struttura. I colleghi stanno lavorando con il massimo impegno per rispondere ai bisogni dei cittadini, ma la situazione non facilita la serenità e la concentrazione necessarie ad affrontare le problematiche e le urgenze.

Il lavoro infermieristico risulta sempre più impegnativo anche nei reparti di degenza, dove la complessità dei casi rende difficile mantenere l’assistenza a livelli adeguati, dato il numero di personale infermieristico presente.
Per tutelare la salute di tutti bisogna tutelare anche i professionisti.
Il primo dicembre dello scorso anno i collegi IPASVI Lombardi (ora Ordini) hanno firmato un accordo con la Regione Lombardia e precisamente con il dott. Gallera, Assessore al Welfare, nel quale ci si è impegnati a lavorare su diversi punti, quali:
2) Revisione dei criteri di determinazione degli organici (DGR 38133 1998). I risultati degli studi internazionali relativi al personale di assistenza infermieristica (vedi Nurse forecasting – RN4cast in Europe and Italy – L. Aiken e al. 2014 e Ball e al. 2014 e Sasso e al. 2016) sono concordi nel sostenere che organici adeguati consentono di rispondere, in sicurezza e qualità, alla complessità dei bisogni di salute delle persone assistite. 7) Professione infermieristiche e sistema di pronto soccorso: gli Enti ordinistici IPASVI lombardi auspicano il potenziamento del Fast Track per ottimizzare le risorse e ridurre i tempi di attesa, l’avvio di sperimentazioni relative all’introduzione del trattamento infermieristico dei quadri patologici minori (cd codici bianchi) secondo il modello del see and treat, applicato con successo in altre Regioni.
Continuerò sempre a ringraziare i colleghi per l’impegno oltre il limite che profondono nell’erogare assistenza, ma auspico di non doverlo fare più, segno di un miglioramento della situazione. L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Varese ribadisce la disponibilità già data sia a livello regionale che locale a contribuire al cambiamento.
Per OPI Varese
Il Presidente Dott. Aurelio Filippini

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore