I sindacati dei trasporti confermano lo sciopero dei lavoratori di Italo

Le assemblee hanno confermato lo sciopero del 29 gennaio prossimo. Il sindacato avverte: se l'azienda continuerà a ignorare le legittime richieste dei lavoratori, la protesta non potrà che continuare

Avarie

Le assemblee dei lavoratori di Italo – Nuovo trasporto viaggiatori (Ntv) confermano lo sciopero di lunedì 29 gennaio dalle 10 alle 18.  Il sindacato di categoria (Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Taf e Fast Mobilità) ha tenuto assemblee molto partecipate nelle sette città dove Ntv staziona.

La protesta dei lavoratori di Italo riguarda sia il mancato rinnovo del contratto aziendale, scaduto da tempo, sia il mancato riconoscimento del premio previsto dallo stesso contratto e dovuto ai lavoratori per via degli ottimi risultati conseguiti dall’azienda.

Il sindacato si è detto perplesso «per la mancata convocazione sulle ragioni dello sciopero da parte di Ntv che dimostra la massima indifferenza rispetto ai diritti, ai bisogni e alle esigenze di tutto il personale che con professionalità e sacrifici, tra questi un periodo in regime di solidarietà, ha consentito la ripresa economica dell’azienda».

Infine, secondo Filt, Fit, Uiltrasporti, Ugl Taf e Fast, se Ntv continuerà a ignorare le legittime richieste dei lavoratori, la protesta non potrà che continuare nel rispetto della legge 146/90 sugli scioperi nei servizi pubblici essenziali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore