I sindaci pronti a denunciare Poste Italiane

I primi cittadini di Grantola, Maccagno con Pino e Veddasca, Porto Valtravaglia e Germignaga stanno raccogliendo le segnalazioni dei cittadini ed hanno già avuto un primo colloquio con i carabinieri di Luino

Il gateway di Poste Italiane

I sindaci di Grantola, Maccagno con Pino e Veddasca, Porto Valtravaglia e Germignaga hanno deciso di passare alle “maniere forti” e mettere Poste Italiane di fronte alle sue responsabilità. Ritardi e disservizi sono ormai la norma e gli incontri avuti nei giorni scorsi con i responsabili di Poste Italiane non hanno sortito alcun effetto. 
Per questo i primi cittadini con il supporto di Paolo Bertocchi, consigliere provinciale da sempre impegnato in questa battaglia, nei giorni scorsi hanno avuto un colloquio con i carabinieri di Luino.

“Siamo stufi che i disservizi di Poste Italiane si scarichino sui nostri concittadini, i quali si rivolgono a noi come unico riferimento di ogni – legittima – lamentela – spiega il sindaco di Maccagno Fabio Passera su Facebook – Noi non scappiamo di fronte ai problemi: adesso siamo davvero stufi, esasperati e non escludiamo anche ulteriori azioni ai danni dei responsabili di questa situazione.

Ma abbiamo bisogno di denunce dettagliate con nomi, cognomi, date, scadenze ed eventuali danni subiti, siano essi quantificabili dal punto di vista economico o siano anche solo morali. Per essere efficaci, abbiamo bisogno la collaborazione di tutti: questa situazione non può essere ulteriormente tollerata! Grazie a Paolo Bertocchi e alla Provincia di Varese per il supporto in questa battaglia”.

L’idea è quella di raccogliere una serie di segnalazione da parte dei cittadini e quindi chiedere l’intervento di Agcom e se non bastasse di denunciare Poste Italiane e tutte le società che forniscono servizi di questo genere per interruzione di pubblico servizio.
Un passo “importante” ma a quanto pare l’unica strada percorribile dopo le numerose proteste anche dei primi giorni dell’anno.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore