I soldi persi dai bustocchi finiscono nelle casse del Comune

Con una determina del dirigente del settore tributi si è deciso di far confluire le somme ritrovate e non reclamate da almeno un anno. Si tratta di 1865 euro

Economia generiche

Con una determina del dirigente del settore risorse finanziarie e tributi il Comune di Busto Arsizio ha deciso di far introitare alle casse comunali i soldi persi dai cittadini, ritrovati da altri e consegnati a funzionari comunali.

Tra i beni rinvenuti al 26/11/2015 e non reclamati alla data del 31/12/2016 (dopo almeno un anno di giacenza dalla pubblicazione dell’avviso) vi sono chiavi di vario genere (immobili, autoveicoli, ecc.) e somme di denaro, per complessivi 1,865,98 euro.

Fino al 26 dicembre del 2017 questi beni sono stati custoditi nella cassaforte dell’Ufficio Economato in attesa che qualcuno li reclamasse.

Se il destino delle chiavi e di altri beni deperiti è quello della distruzione per i soldi, invece, la scelta è quella di farli confluire in un apposito capitolo del bilancio comunale. La distrazione dei bustocchi, dunque, servirà a rimpinguare le magre casse comunali anche se si tratta di una goccia nel mare.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore