Spunta il cartello dei 30 all’ora, Cazzago “rallenta” per i bambini

L'insegna con la scritta: "Attenzione, rallentare. In questo paese i bambini giocano ancora per strada”, spostato all'ingresso del paese. In centro piazzato il cartello con il limite dei 30 all'ora

Cazzago Brabbia

Togli la cera, metti la cera. Togli il cartello, metti il cartello. “Attenzione, rallentare. In questo paese i bambini giocano ancora per strada” è stato sostituito da un “normale” cartello di obbligo dei 30 all’ora in centro paese.

Ripensamenti del sindaco Magni dopo che qualcuno aveva contestato l’insegna che “consegnava” il paese ai bambini? No, per niente, come spiega il primo cittadino: «Ho solo spostato l’indicazione, dal centro del paese adesso è all’ingresso, in modo che lo vedano tutti. Il segnale che invita a rallentare è nella via stretta e in prossimità della zona frequentata dai bambini. Si chiede solo un po’ di civiltà».

Insomma, ormai pare evidente che la questione se sia o meno legittimo giocare in strada sia definitivamente archiviata: giocare è possibile ovunque (senza pretendere di “impossessarsi” di strade e vie) e gli automobilisti sono avvertiti, la strada è di tutti, auto e pedoni, e devono fare attenzione e guidare con prudenza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore