Storie partigiane, jazz e punk, il fine settimana delle Cantine Coopuf

Si parte giovedì sera con i racconti di Alessandro Barbaglia fino all'aperitivo con lo psicologo di domenica. Venerdì e sabato musica

Generico 2018

Inizia con un reading teatrale il fine settimana delle cantine Coopuf. Giovedì 18 gennaio in scena Alessandro Barbaglia con “La locanda dell’ultima solitudine”, ovvero la storia di una domanda che arriva da lontano. Si può avere nostalgia del futuro? Si può avere nostalgia di qualcosa che non è ancora accaduto, di qualcosa che verrà di qualcosa che ancora non conosciamo ma di cui già sentiamo la mancanza? La Locanda dell’Ultima Solitudine è la storia di una domanda e di due risposte: sì, si può avere nostalgia del futuro, così come dirà Libero con la sua voglia di attendere; e no, non si può avere nostalgia del futuro, così come urlerà Viola nella sua voglia di presente. Una domanda, due risposte opposte e un luogo in cui tutti si incontreranno: la Locanda del’Ultima Solitudine, una Locanda in cui si può andare solo in due: tu, e il te stesso che stai diventando mentre il futuro arriva.

In un monologo tratto dall’omonimo romanzo, Alessandro Barbaglia, con l’accompagnamento musicale di Andrea Fabiano, racconta le storie della “Locanda dell’Ultima Solitudine” di Enrico e dei partigiani dell’Ossola, di Don Piter, di Margherita e dei suoi fiori da accordare, di Libero, Viola e di Vieniquì, il cane che sparisce. Il tutto come in un viaggio alla scoperta della meraviglia.

Alessandro Barbaglia, poeta e libraio, è autore del romanzo “La Locanda dell’Ultima Solitudine”
(Mondadori), classificatosi terzo al premio Bancarella 2017. Andrea Fabiano, cantante, cantautore, musicista poli strumentista è uno dei più interessanti artisti nel panorama della sperimentazione e ricerca musicale italiana Ingresso 10 euro, a partire dalle ore 20.00 compreso di consumazione e stuzzichini #CantineTeatro.

Venerdì appuntamento con il Jazz in Cantina con i “4Snap Tat Quartet”. Luci soffuse, bicchieri di vino ed atmosfera rilassata per una serata fatta di jazz. Apertura ore 20,00 inizio concerto ore 21,15. Ingresso 10 euro. Il giorno dopo si cambia genere per una serata al cardiopalma con due delle band più rumorose di Varese e provincia, due power trio dalle influenze metalpunk / speeDbeat: gli Overcharge attivi dal 2012 vantano ben due album e svariati tour europei, i Sore attivi dal 2014 più di attitudine “stoned rock’n’roll” viaggiano alla velocità della luce tra locali italiani ed esteri a diffondere la loro attitudine punk. Ingresso libero.
Domenica invece, torna alle 18.00 l’Aperitivo con lo psicologo. Presenti all’incontro i professionisti di Jonas Varese Onlus che tratteranno principalmente il discorso dell’ansia e di come affrontarla. Ingresso libero.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore