Tramutato in arresto il fermo dei tre carrozzieri che truffavano le assicurazioni

In carcere i due titolari svizzeri di una carrozzeria del Mendrisiotto e il loro capofficina, un 41enne italiano

Polizia Cantonale

Le tre persone fermate martedì scorso con l’accusa di aver messo in atto un sistema per truffare le compagnie assicurative tramite la loro attività di carrozzieri, sono state arrestate.

L’arresto è stato confermato dal Giudice dei provvedimenti coercitivi.

La prosecuzione dell’inchiesta ha fatto emergere ulteriori elementi a carico dei tre, i due titolari di una carrozzeria del Mendrisiotto, di 58 e 55 anni, entrambi cittadini svizzeri, e il loro capofficina, un 41enne italiano.

Tutti e tre dovranno rispondere, con diversi gradi di responsabilità,  per i reati di truffa per mestiere subordinatamente truffa e di falsità in documenti. L’inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Raffaella Rigamonti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore