Trasferta amara a Istanbul, la Yamamay perde 3-1

Dopo i primi due set in affanno le bustocche si rialzano al terzo set, ma non basta

Eczacibasi Istanbul - Unendo Yamamay

Trasferta amara per la Yamamay E-Work Busto Arsizio che perde 3-1 (29-27, 25-18, 25-27, 25-18) contro la Eczacibasi Vitra Istanbul, nel match di andata degli ottavi di finale di CEV.

Stufi e compagne lottano fino alla fine e danno del filo da torcere alla squadra allenata da coach Motta, una delle favorite alla vittoria del torneo. Le biancorosse perdono i primi due set ma riaprono la partita nel terzo, mentre nel quarto non riescono a mantenere la scia della padrone di casa che ingranano la marcia e portano a casa la vittoria.

Top scorer per Busto è Diouf con 26 punti (44%) seguita da Bartsch (16 punti, 2 ace, 37% positivo). Dall’altra parte Boskovic, MVP della partita, segna 28 punti (2 ace, 2 muri, 57%), seguita da Adams (17 muri, 1 ace, 3 muri, 62%) e Larson (17 punti, 1 ace, 4 muri, 38%).

Adesso per qualificarsi ai quarti di finale, la UYBA dovrà battere per 3-0 o 3-1 e aggiudicarsi il golden set nella gara di ritorno dell’8 febbraio al Palayamamay, dove potrà però contare sul calore dei tifosi che non mancheranno di colorare gli spalti del palazzetto e di essere il settimo giocatore in campo.

Per Stufi e compagne poco tempo per recuperare dalla fatica della trasferta, visto che sabato 27, alle ore 20:30, scenderanno sul taraflex del Pala Borsani di Castellanza, nel derby contro la Sab Legnano (inizio partita ore 20:30, diretta RaiSport).

LA PARTITA
Mencarelli schiera in campo Orro in regia in diagonale con Diouf, Bartsch e Gennari in attacco, Stufi e Berti al centro, Spirito libero.
Il primo set inizia bene per le padrone di casa che vanno subito sul 3-0 ma Bartsch e Gennari guidano la rimonta e si va sul 4-5. Boskovic trascina le compagne e la formazione di coach Motta va a +3 (16-13). Le biancorosse sono scese in campo con grinta e approfittando dell’errore di Boskovic (22-21), danno vita a un finale di set all’ultimo pallone. Mencarelli mette in campo Botezat che firma subito il 24-24 con un murone e manda ai vantaggi. A chiudere ci pensa Boskovic (29-27), dopo che le farfalle hanno avuto ben due set ball purtroppo sprecati.
Il secondo parziale inizia in grandissimo equilibrio con le due formazioni che si rincorrono punto dopo punto (5-5). Al primo time out tecnico Stufi e compagne sono avanti 7-8 ma Boskovic, Larson e Ohnjenovic al rientro in campo trovano il +3 (15-12). Sul 20-16 Mencarelli ferma il gioco per provare a dare qualche indicazione alla sue ragazze che però devono cedere il set 25-18.
Ancora una partenza di set equilibrata con Boskovic da una parte, Bartsch e Gennari dall’altra, che mettono a segno punti (5-4). Le padrone di casa si portano a +5 (13-8) ma Gennari e Orro non ci stanno e riportano la situazione sul -2 (14-12). Diouf mette la quinta e guida le compagne al sorpasso (22-23) in un finale di set al cardiopalma. Ai vantaggi Diouf mette a terra il 25-26 e Bartsch chiude 25-27.
Nel quarto set le farfalle partono a rallentatore, concedendo alle avversarie un pericoloso +4 (6-2). Con grande determinazione le bustocche provano a non perdere ulteriore terreno ma le turche continuano la loro marcia (16-10). Sul 20-14 Mencarelli mette in campo Wilhite su Gennari e Botezat su Bert per provare a cambiare il gioco ma le padrone di casa sono inarrestabili e Ognjenovic mette fine al match (25-18).

IL TABELLINO
Eczacibasi Vitra Istanbul – Yamamay E-Work Busto Arsizio 3-1 (29-27, 25-18, 25-27, 25-18)

Eczacibasi Vitra Istanbul: Onal 1, Ismailoglu 5, Boskovic 28, Arici ne, Akoz (L), Baladin 1, Adams 17, Kilicli 8, Larson 17, Dilik, Guveli ne, Yilmaz ne, Bagci (L2) ne, Ognjenovic 10.
Yamamay E-Work Busto Arsizio: Piani ne, Stufi 2, spirito (L), GEnnari 6, Dall’Igna ne, Orro 5, Wilhite 2, Diouf 26, Bartsch 16, Berti 4, Neretti ne, Chausheva, Botezat 2.
Arbitri: Moula Lemonia, Bosenko Volodymyr
Note. Istanbul: battute sbagliate 10, ace 6, muri 12. Busto Arsizio: battute sbagliate 5, ace 2, muri 6. Durata set: 31′ 25′ 31′ 24′.

di
Pubblicato il 24 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore