Turbigo diventa “smart”: al via la riqualificazione dell’illuminazione pubblica

Al via l’installazione di 1.600 punti luce a led, la posa della fibra ottica nelle vie centrali del paese e la posa di 8 “pali intelligenti”

lampioni led

Turbigo guarda al futuro che si fa presente. Prenderà il via a febbraio l’intervento di riqualificazione dell’illuminazione pubblica cittadina con l’installazione di 1.600 punti luce a led, la posa della fibra ottica nelle vie centrali del paese e la posa di 8 “pali intelligenti” con porta usb.

L’intervento, che prevede un investimento di 1,1 milioni di euro, sarà finanziato e realizzato dalla società YouSave e garantirà significativi risparmi energetici, benefici ambientali e migliori servizi per i cittadini.

Turbigo si appresta a diventare uno dei comuni più smart d’Italia grazie a una serie di interventi che saranno che garantiranno un significativo miglioramento dei servizi offerti ai cittadini oltre a significativi risparmi energetici e benefici ambientali. Il progetto prevede infatti la riqualificazione dell’illuminazione pubblica, la posa della fibra ottica nelle vie centrali del paese e la posa di 8 pali multifunzione, cosiddetti “intelligenti”.

Riqualificazione dell’illuminazione pubblica

È prevista la sostituzione dei vecchi corpi illuminanti con nuovi corpi a Led. L’intervento, per il quale YouSave si occuperà della fornitura e della posa, prevede l’installazione di circa 1.600 nuovi corpi illuminanti a Led, tecnologia che consentirà incrementare l’efficienza dell’illuminazione urbana cittadina grazie al miglior orientamento del fascio luminoso che permetterà di avere più luce sulle strade e meno luce dispersa riducendo inoltre sensibilmente i consumi di energia elettrica conseguendo anche un beneficio in termini ambientali.

· Posa di una rete di fibra ottica nelle vie centrali del paese: in via Roma (da Piazza Madonna della Luna), in via Stazione e in via Allea Comunale fino a Piazza San Francesco.

Installazione di 8 pali multifunzione, cosiddetti “intelligenti” caratterizzati da una innovativa struttura a moduli intercambiabili dotati di sistemi per la videosorveglianza, access-point wi-fi, ricarica usb, segnalazione luminosa e corpo illuminante.

L’intervento, a costo zero per il Comune, sarà interamente finanziato e realizzato da YouSave – società specializzata in interventi di efficientamento energetico e in gestione della domanda energetica integrata per la Pubblica Amministrazione. L’inizio dei lavori è previsto già nel mese di febbraio per concludersi a gennaio 2019.

L’investimento complessivo – che sarà ripagato grazie ai risparmi ottenuti in termini di minori consumi – sarà pari a oltre 1,1 milioni di euro ed è inoltre prevista la manutenzione ordinaria e straordinaria da parte di YouSave su tutta la rete di illuminazione e di distribuzione (cavi).

“Siamo molto soddisfatti dell’inizio di questi lavori. Il piano di interventi previsto avrà effetti positivi per la vita dei nostri cittadini. Innanzitutto, verranno sistemate le parti che non funzionano dell’attuale impianto di illuminazione pubblica. Inoltre, il risparmio energetico ha due immediate conseguenze: quella di realizzare gli investimenti senza costi a carico della cittadinanza, e quella di rispettare maggiormente l’ambiente. Con questo progetto Turbigo si candida a diventare un comune smart con l’obiettivo di migliorare costantemente la sicurezza e qualità dei servizi offerti alla cittadinanza”, ha affermato il Sindaco di Turbigo, Christian Garavaglia.

“In uno scenario che – spiega Mario Daviddi, Responsabile del Settore Pubblica Amministrazione di YouSave – porterà nei prossimi anni la Pubblica Amministrazione a una crescente attenzione verso il contenimento dei consumi energetici, YouSave si propone come un punto di riferimento in grado di realizzare e finanziare progetti in ottica “smart city” e di riqualificazione dell’illuminazione pubblica in cui i comuni non pagano nulla, ottenendo notevoli risparmi energetici e migliorando i servizi offerti ai cittadini, ripagando il servizio attraverso il risparmio in bolletta che viene condiviso”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore