Da Ugo Mara a Beata Giuliana, due storie bustocche e molto altro da Boragno

Tanti appuntamenti in galleria Boragno con autori e grandi storie del territorio

libreria boragno

Un ricco programma di eventi culturali attende i visitatori di Bustolibri.com nel mese di gennaio. Come sempre sarà la Galleria Boragno di via Milano 4 a Busto Arsizio ad accogliere presentazioni, incontri e appuntamenti nelle prossime settimane.

Questo il calendario dettagliato

Venerdì 19 gennaio alle 18 sarà presentato alla Galleria Boragno il libro “Il Perturbante” di Giuseppe Imbrogno, edito da Autori Riuniti. Il romanzo, esordio letterario dell’autore, è entrato tra i finalisti dell’edizione 2016 del Premio Calvino e ha ottenuto la menzione speciale della giuria. La vicenda narrata è quella di Lorenzo, di professione data analyst: il suo lavoro di raccolta, decodifica e interpretazione di dati si riflette anche sulla sua vita privata, tra analisi di sconosciuti al centro commerciale e serate passate a spiare profili social. Fino all’incontro con Sergio, che diventerà una vera e propria ossessione per il protagonista e lo porterà a far precipitare gli eventi.
L’incontro con l’autore sarà presentato da Roberto Morandi, giornalista di VareseNews.

Sabato 20 gennaio alle 16.30 la Galleria Boragno ospiterà Tito Olivato per la presentazione di “Non sono più mia”, edito da Youcanprint. Il romanzo è ispirato alla storia vera della giovane Giuliana Puricelli, destinata a diventare Beata Giuliana: la figlia di una coppia di contadini che, tra mille difficoltà e ostacoli, sfuggirà al matrimonio combinato dai genitori per prendere la via di Santa Maria del Monte. L’autore, docente di lettere e musicologo, ha pubblicato monografie, testi scolastici, libri e articoli di storia locale: questo è il suo primo romanzo.
L’incontro sarà presentato da Eleonora Paganini.

Domenica 21 gennaio alle 17 la Galleria Boragno ospiterà la presentazione del libro “Ugo Mara – Un ragazzo di Busto Arsizio” di Enzo Ciaraffa, pubblicato da C.A.S.A. Edizioni. Il volume biografico racconta la vicenda di Ugo Mara, eroe della Grande Guerra caduto in battaglia nel 1918, a cui è intitolata la caserma Nato di Solbiate Olona. L’autore, Tenente Colonnello a riposo dell’Esercito Italiano, al termine della sua carriera militare è tornato a coltivare la passione del giornalismo storico, dando alle stampe numerosi lavori come “Ripartiamo dal Piave” e “I Cecoslovacchi sull’Olona”; la biografia di Ugo Mara è il punto di partenza per affrontare la storia di Busto Arsizio e della Lombardia durante la guerra.

Segnalo inoltre che dal 7 al 18 febbraio alla Galleria Boragno si terrà la mostra fotografica “In viaggio con Wondy”, organizzata dall’associazione Wondy sono Io. L’esposizione è concepita come omaggio a Francesca Del Rosso, giornalista e scrittrice, scomparsa nel dicembre del 2016 a seguito di un tumore.
In allegato la locandina della mostra. Seguiranno ulteriori dettagli sull’evento.

Ricordo infine che sabato 13 gennaio alle 16, presso lo Spazio Arte “Carlo Farioli” di via Silvio Pellico 15 a Busto Arsizio, sarà inaugurata “Storie di Resistenza”, mostra di tavole a fumetti tratte dal libro “Festa d’Aprile”. L’esposizione, che fa parte degli eventi organizzati nel 74° anniversario della deportazione dei lavoratori della fabbrica “Ercole Comerio”, resterà aperta fino al 27 gennaio nei seguenti orari: da giovedì a sabato dalle 16.30 alle 19, la domenica dalle 10.30 alle 12 e dalle 16.30 alle 19.
In allegato la locandina della mostra.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore