Un docufilm per raccontare la storia di Antenna 3

Al Cinema Sala Ratti di Legnano la prima proiezione pubblica di "Via per Busto 15", il docu-film che racconta la storia di Antenna 3 Lombardia e la nascita della tv commerciale in Italia

antenna 3

Il documento inedito sarà presentato nella città che ha ospitato, per più di trent’anni, la tv fondata da Renzo Villa ed Enzo Tortora. La proiezione a Legnano rientra nell’ambito degli eventi promossi per il 40° anniversario dell’inaugurazione dell’emittente.

Si intitola “VIA PER BUSTO 15 – la tv commerciale è nata qui” il docu-film inedito del regista Marco Pugno, che sarà presentato per la prima volta al pubblico, dopo l’anteprima per addetti ai lavori del novembre scorso presso la Sala del Gonfalone di Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia.

Il titolo è ispirato allo storico indirizzo di Antenna 3 Lombardia, l’emittente di Legnano nata esattamente quarant’anni fa, il 3 novembre 1977, per volontà di Renzo Villa ed Enzo Tortora; la tv privata che più di ogni altra seppe rompere il monopolio della tv di stato, inventando un nuovo linguaggio televisivo. Novanta minuti di filmati d’archivio (alcuni mai più trasmessi), testimonianze, ricordi, documenti sulla nascita della tv commerciale in Italia alla fine degli anni settanta e sull’avventura di Renzo Villa, l’uomo che ha dato il via all’imprenditoria televisiva privata.

Il docu-film “VIA PER BUSTO 15 – la tv commerciale è nata qui” sarà proiettato sabato 27 gennaio alle ore 16.00 con ingresso libero, presso il Cinema Sala Ratti, in Corso Magenta 9 a Legnano (MI).

A seguire, un dibattito in sala, una sorta di cineforum con commenti di giornalisti di settore, personaggi televisivi e la partecipazione del pubblico. Il commento al film sarà moderato da Paolo Colombo, esperto di comunicazione e media, e vedrà la presenza del regista Marco Pugno e di Wally e Roberta Villa dell’Associazione Amici di Renzo Villa, moglie e figlia dell’editore e conduttore televisivo, scomparso nel 2010, cui l’opera è dedicata.

SCHEDA DELL’OPERA

Una produzione PRIMO FRAME con il patrocinio dell’Associazione Amici di Renzo Villa Un film di MARCO PUGNO e di WALLY E ROBERTA VILLA

Regia di MARCO PUGNO
.
Siamo in Lombardia, è la metà degli anni settanta, e dalla mente e dal coraggio di un uomo nasce quella che oggi chiamiamo tv, con il suo linguaggio popolare, la sua imponenza nei mezzi, il suo essere impresa.

Quell’uomo è Renzo Villa, classe 1941, amante dello spettacolo e dell’intrattenimento in genere. Rispettoso del pubblico, capace di intercettarne i gusti e i bisogni, spesso anticipando i tempi.
E’ la metà degli anni settanta e dalla mente e dal coraggio di Renzo Villa nasce la tv commerciale.

Con Tele Alto Milanese prima e soprattutto Antenna 3 Lombardia poi, Villa entra nelle case del nord Italia creando formule, lanciando personaggi, riscoprendo protagonisti del varietà e della musica. Quelle che oggi definiamo telepromozioni nascono in quello Studio Uno che ogni sera si riempiva di spettatori, raggiungendo il loro punto più alto, mai più eguagliato.

Il prodotto diventa premio, l’azienda ha occasione di raggiungere oltre un milione di persone a sera, il pubblico gioca, si diverte, conosce il marchio, acquista.
Si crea un fenomeno virtuoso, un triangolo vincente in cui investitore, consumatore e mass media vivono un momento magico. Si respira l’aria dell’innovazione, del marketing pionieristico, della rivoluzione commerciale.

Un documento inedito, dedicato alla storia di un innovatore. Un flusso continuo di spezzoni, testimonianze, documenti, dove il filo conduttore è la grandezza dell’impresa, che merita di essere raccontata in un modo diverso. Non per rivivere l’effetto nostalgia, ma per fissare la storia di un protagonista di una rivoluzione nella comunicazione e nei costumi. Una storia spesso sconosciuta o misconosciuta.

Un racconto basato sull’analisi di quel fenomeno, con documenti e filmati dell’epoca intrecciati alle testimonianze di alcune figure chiave; non solo le più famose, ma persone che l’antenna l’hanno fatta, l’hanno vissuta, e ce la possono raccontare sotto un profilo inedito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore