Vanno (di nuovo) all’asta i capannoni dell’ex Stere

L'ex complesso industriale è abbandonato da lustri. Chi abita nei dintorni spera sempre che la situazione si sblocchi, perché consentirebbe di bonificare finalmente l'amianto

Cardano al Campo generico

Andrà all’asta il 13 di febbraio prossimo il grande complesso industriale dell’ex “Stere” di Cardano al Campo. Una nuova asta, l’ennesima, che si spera sblocchi la situazione di quest’area dismessa che – nelle condizioni attuali – rischia di essere una minaccia per la salute della cittadina.

Lo sperano innanzitutto i residenti della zona, appena ai margini del centro di Cardano: una parte degli edifici (gli ex capannoni produttivi) sono infatti coperti da lastre di amianto in pessimo stato, ma la bonifica è bloccata da lustri insieme all’area, che è appunto parte di un fallimento. Lo spera anche Virgilio Riva, che da tempo lotta per ottenere la bonifica: la sua nipotina abita nei dintorni, va all’asilo non lontano.

Il complesso, si legge nell’asta fallimentare, è composto dalla palazzina uffici (1353 metri quadri su tre piani), dai capannoni produttivi per 5mila metri quadri, da tre appartamenti e un piazzale di manovra. Totale: 8.010 metri quadri.

Il valore di stima è di 914mila euro, ma nel tempo si è scesi a una base d’asta di 240mila euro e una offerta minima di 180mila. L’asta è fissata per le 9.30 di martedì 13 febbraio. Sarà la volta buona? Lo sperano in molti a Cardano, anche perché solo da qui passa la possibilità di intervenire per procedere alla bonifica (per poi immaginare comunque un’altra funzione, il terreno è ai margini del centro e non lontano dalla superstrada di Malpensa).

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore