Vanzulli dopo il blitz animalista: “Giusto tutelare gli animali, quando serve”

Il vicesindaco Pier Angela Vanzulli risponde al blitz del gruppo Centopercentoanimalista in merito alla rievocazione e sagra di Sant'Antonio

Vanzulli dopo il blitz animalista: \"Giusto tutelare gli animali, quando serve\"

Dopo i manifesti attaccati nella notte tra martedì e mercoledì sulla porta d’ingresso del Municipio il vicesindaco Pier Angela Vanzulli risponde al blitz del gruppo Centopercentoanimalista in merito alla rievocazione e sagra di Sant’Antonio.

“Mi aspettavo qualcosa di simile visto l’avvicinarsi della celebrazione di Sant’Antonio. La difesa degli animali è sicuramente cosa buona e giusta e mi trova d’accordo. Però farei dei distinguo: un conto sono i cani maltrattati o gli animali da cortile e non che vengono tenuti in condizioni inaccettabili. Un conto è il gestire per poche ore degli animali che, per motivi di spazio e sicurezza loro e nostra, entrano a far parte di un corteo storico”.

E non solo l’assessore va oltre: “Ritengo che gli animali abbiano una grande sensibilità e tanto affetto da dare. Mi innervosisco se sono umiliati. Le battaglie a difesa degli animali vanno fatte e sono sacrosante, ma si facciano per far cambiare mentalità a chi li vede come oggetti. A chi li maltratta anche in contesti inimmaginabili ed invece su cose tipo la festa, perché quello è, del Santo protettore degli animali, si dia valore e peso a quello che si vede in quel frangente”. La presa si conclude con una concreta presa di posizione: “Anche lo scorso anno mi sono raccomandata circa il benessere degli animali, che deve essere sempre garantito e non solo perché si è in pubblico. Rassicuro quindi tutti sul fatto che il Comune sarà il primo a monitorare la situazione a difesa dei nostri fratelli animali come diceva un altro santo, San Francesco”.

di
Pubblicato il 11 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore