Varese, Monti denuncia barriere architettoniche

Le carrozzine non passano sul marciapiede a causa del Velo Ok

varese, barriere architettoniche

“Ci chiediamo se la priorità dell’Amministrazione Galimberti sia fare cassa oppure sostenere e aiutare le fasce più deboli della popolazione. Dopo quello che abbiamo potuto vedere a Casbeno, la risposta parrebbe scontata.”

Così Emanuele Monti, consigliere regionale della Lega commenta il nuovo Velo Ok posto sul marciapiede di via Daverio.

“Abbiamo ricevuto una segnalazione da un cittadino – spiega Emanuele Monti – circa l’installazione nei pressi della stazione Nord di questo nuovo dissuasore. Dopo che la precedente amministrazione a guida Lega si era adoperata per abbattere il più possibile le barriere architettoniche e rendere Varese una Città più accogliente per le persone diversamente abili, ci ritroviamo oggi con i Velo Ok messi sui marciapiedi, che si trasformano in veri e propri ostacoli per chi ha problemi di deambulazione e meriterebbero un briciolo di attenzione in più. Evidentemente però – prosegue l’esponente varesino del Carroccio – per Galimberti e il suo vice Zanzi, la priorità è spillare soldi ai cittadini, poco importa chi ne paga conseguenze.

Del resto ci eravamo già accorti delle considerazione verso i disabili della Giunta di centrosinistra con il nuovo e magnifico Piano sosta, dove è precluso l’ingresso in centro, nelle odierne ZTL, anche ai disabili. Questo porta alla conseguenza che le persone affette da disabilità motoria si trovano costrette a dover fare percorsi assurdi e lunghi per poter giungere dove desiderano. Altra conferma di quanto il centrosinistra abbia a cuore le fasce più deboli della popolazione, ma soprattutto di come l’unico interesse che muova la Giunta Galimberti sia vessare i cittadini di Varese in ogni modo possibile e immaginale.”

Il Comune di Varese precisa che i dissuasori della velocità sono stati posizionati in aree ancora sottoposte ad una fase sperimentale e non definitiva. Gli apparecchi che in queste ore sono stati segnalati perché di ingombro per pedoni e persone diversamente abili saranno quindi ricollocati e ringraziamo i cittadini per le segnalazioni. Ad esempio il dissuasore di via Daverio (posizionato per un errore della ditta) sarà riposizionato all’angolo con la via Macchi dove in passato si era verificato un incidente mortale. Come anche quello di via Saffi sarà spostato in via Monte Generoso. “I dissuasori sono un valido strumento per far diminuire la velocità in città e non per fare cassa come qualcuno strumentalmente afferma – dichiara il vicesindaco Zanzi – ma contribuiscono a far rispettare i limiti previsti nei centri urbani nell’ottica di una maggiore sicurezza di tutti e in particolare dei pedoni. Proprio in questi giorni infatti abbiamo ricevuto richieste da parte di cittadini che vogliono avere i dissuasori anche in altre zone di Varese per una maggiore sicurezza sulle nostre strade”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore